Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PIOMBINO24°26°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

RIGASSIFICATORE domenica 28 gennaio 2024 ore 14:03

"Stop via giudiziaria, contatti per compensazioni"

Appello per il lavoro e lo sviluppo: "Questa vicenda ha segnato il punto più basso della parabola politica del nostro territorio"



PIOMBINO — "Il pronunciamento del Tar del Lazio sullo spinoso tema del rigassificatore a Piombino ha, di fatto, concluso la cronaca di una sentenza tristemente annunciata. Gli argomenti utilizzati si sono rivelati, com’era ampiamente prevedibile, inconsistenti o, come sono definiti nella sentenza del Tar, infondati. Peraltro, ne consigliamo la lettura per la una sua valenza didattica, che fa luce su di una selva di argomentazioni prive di fondamento scientifico, sostanziando, purtroppo, la deriva di quel comitatismo che troppo spesso ha malamente condizionato il mondo politico cittadino".

Così l'Appello per il lavoro e lo sviluppo a Piombino ha commentato la bocciatura del Tar al ricordo del Comune contro il rigassificatore.

"L’uso della frase 'lettura parziale, suggestiva e strumentale' utilizzato dal Giudice Amministrativo, per descrivere alcune delle argomentazioni utilizzate dal Comune e dagli altri ricorrenti, definisce appieno il contenuto delle affermazioni fatte e ci dà un’idea definita di quanto questa vicenda abbia segnato il punto più basso della parabola politica del nostro territorio. - hanno proseguito - Questa vicenda ha innegabilmente assorbito importanti risorse economiche, mentre altre dovranno essere impegnate per sottostare alla condanna alle spese prevista dal Tribunale, per un totale stimato, ad oggi, che si attesa intorno ai 300mila euro. Inoltre, è appena il caso di ricordare che, lo scorso mese di Novembre, è stata firmata la convenzione tra il Comune di Ravenna e Snam che quantifica le famigerate compensazioni, secondo quanto previsto dalla Legge Marzano. Si parla di cifre significative: le compensazioni hanno un valore intrinseco di circa 10 milioni, le mitigazioni di 15, per un totale di 25 milioni di euro di investimenti sul territorio. Inoltre, nelle attività di cantiere, è previsto il coinvolgimento di più di 100 fornitori della provincia di Ravenna e della Regione Emilia Romagna, con assegnazione di contratti a imprese del territorio del Ravennate per oltre 300 milioni di euro. Naturalmente a questo si aggiunge la partita delle compensazioni governative, tutta da giocare. Infine, vi è un aspetto che supera, per gravità, tutti gli altri, persino quelli di natura economica, che pure non sono certo secondari, ovvero quello di aver portato la città su posizioni populiste, in contrasto con le altre istituzioni del Paese, in un momento di emergenza nazionale, con una guerra in Europa ed una crisi energetica che stava, di fatto, fermando il sistema industriale nazionale, oltre che gravare pesantemente sui bilanci di ciascuna famiglia. Si tratta, con tutta evidenza, di una grave responsabilità politica". 

"Allo stato attuale però il tema che si pone è come proseguire, ovvero in quale modo cercare di recuperare una situazione ampiamente compromessa. In prima istanza, riteniamo che la via giudiziaria, oltre che sbagliata e deleteria per gli interessi della nostra Comunità, debba essere abbandonata definitivamente in favore di quella politica. - hanno evidenziato - In questo ambito, è necessario che siano avviati contatti con le istituzioni interessate, Governo e Regione, e con Snam, per riaprire le trattative al fine di accedere alle compensazioni a partire da quanto previsto dal Memorandum per Piombino, allegato all’Ordinanza Commissariale n. 140/2022, rilasciata dal Presidente Giani, ponendo quale elemento utile alla trattativa la possibilità di permanenza del rigassificatore a Piombino, oltre al periodo attualmente previsto", hanno concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno