Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:49 METEO:PIOMBINO20°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mbappé, Yamal e Scamacca: chi sono i giocatori più attesi a Euro 2024

Elezioni sabato 25 maggio 2024 ore 17:26

Discarica, "Anselmi perde le staffe e offende"

Francesco Ferrari

Lista Ferrari: "Le accuse mosse dal sindaco di Piombino erano prettamente politiche, Anselmi ha reagito invece andando direttamente sul personale"



PIOMBINO — Nel susseguirsi dei diversi confronti tra i candidati a sindaco di Piombino, durante l'ultimo promosso dalla Confesercenti si è verificata qualche turbolenza tra il candidato a sindaco di centrodestra Francesco Ferrari e quello del centrosinistra Gianni Anselmi. Il pomo della discordia? La questione della discarica in località Ischia di Crociano.

"Nel confronto fra candidati a sindaco di ieri Gianni Anselmi ha calato la maschera, dimostrando di non essere abituato a sostenere il confronto tantomeno accettare critiche", ha contestato la lista Ferrari. Durante l'intervento di Ferrari in cui elencava le azioni intraprese, Anselmi gli ha dato del bugiardo.

"Forse era abituato a correre da posizioni di forza a fronte di un partito in salute che lo sosteneva e con tanti consensi. Oggi invece, partendo da una chiara posizione di debolezza, fa fatica a reggere il peso di una campagna elettorale in rincorsa. Lui non è mai stato tenero con gli avversari, ma soprattutto con i suoi compagni; le cronache sono piene di episodi in cui polemizzava pesantemente con il nemico interno o esterno di turno. Di cadute di stile nel suo curriculum ve ne sono molte, ma gli epiteti utilizzati davanti ad una folta platea nei confronti del candidato Francesco Ferrari sono stati disgustosi. Non ha retto emotivamente il confronto. Le accuse mosse dal sindaco di Piombino erano prettamente politiche, lui ha reagito invece andando direttamente sul personale. Ha dato del bugiardo a Ferrari. Noi non usiamo quel termine. Ricordiamo solo a Gianni Anselmi, invitandolo a meditare, gli annunci di progetti ed opere da lui dati per certi e pronti ad essere realizzati ma mai tradottisi in realtà. Bugie? Illusioni? Propaganda? Lasciamo perdere. Sono così tanti, gli annunci naufragati, che c’è l’imbarazzo della scelta". 

"Non commentiamo poi l’altra frase rivolta a Ferrari, definito 'avvocato del Monopoli'. - hanno proseguito dalla lista - Ognuno sa capire se è offensiva o meno. La realtà è che Anselmi ha fatto una figuraccia, una delle tante nella sua lunga carriera politica. L’uomo non è avvezzo alla critica e tanto meno al dibattito spontaneo. Soprattutto quando si tratta di temi a lui ostici, come quelli ambientali, in cui certamente durante i suoi innumerevoli mandati fra Comune e Regione non può esimersi da gravi responsabilità. Nella prima Repubblica atteggiamenti di questo genere non sarebbero stati tollerati. Oggi è tutto meno istituzionale, ma la decenza in politica ha sempre un senso, soprattutto nei rapporti. Può darsi che il suo carattere poco consono al dialogo abbia compromesso in parte il suo lusinghiero percorso politico. Forse questo è uno dei motivi per cui è tornato a casa, invece di restare a Firenze oppure di trovare un autorevole alloggio romano".

A rincarare la dose Alleanza per Piombino: "Il nervosismo del candidato del centrosinistra, sempre più accentuato, dimostra appunto che il ribaltamento della "frittata" non funziona in quanto i cittadini preferiscono la serietà istituzionale di Ferrari e di chi lo sostiene come la nostra lista Alleanza per Piombino sempre in prima linea nella difesa dei cittadini e dell'ambiente".

E ancora dalla lista Lavoro & Ambiente: "Anselmi e i suoi dicono di voler guardare al futuro ma, loro malgrado, il futuro di Piombino deve fare i conti con il passato. Con quale coraggio si può guardare al futuro senza fare i conti con i disastri che le varie amministrazioni precedenti a guida PD hanno causato alla città? Per capire l’origine dei problemi che hanno afflitto il territorio per decenni, gli stessi che negli ultimi cinque anni l’amministrazione Ferrari ha dovuto continuare ad affrontare, è necessario avere un quadro complessivo della situazione e impedire a chiunque di prendere in giro i cittadini. Se il nulla che è stato fatto nei quindici anni precedenti all’amministrazione Ferrari è la loro idea di sensibilità ambientalista è chiaro cosa si deve aspettare Piombino in caso di una nuova amministrazione Anselmi. Noi abbiamo davvero dato avvio alle bonifiche, quelle di competenza comunale, quelle per le quali c’erano già le risorse a disposizione, quelle che attendono da vent’anni".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno