Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:04 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Russia, le immagini delle nuove esercitazioni militari con i missili Kalibr

Politica mercoledì 08 dicembre 2021 ore 17:25

"Sulle discariche ancora un preoccupante stallo"

Riccardo Gelichi

Gelichi (Ascolta Piombino): "Siamo invece precipitati, per una precisa volontà politica, dentro una zona buia dove gioca facile il populismo"



PIOMBINO — "Sono passati cinque mesi da quel Giugno del 2021, quando fallisce Rimateria, società in parte controllata anche dal pubblico attraverso Asiu, anch’essa fallita e non ci risulta che alla curatrice fallimentare sia stato concesso l’esercizio provvisorio". A riannodare i fili legati alle questioni delle discarica è Riccardo Gelichi di Ascolta Piombino che vuole sapere come si intenderà procedere da adesso in avanti e cosa è stato fatto fino adesso.

"Sappiamo che alcuni dipendenti lavorano per consentire lo svolgimento delle attività legate al percolato e al biogas, così come proseguono i contatti con aziende interessate e rilevare un ramo d’azienda con gli attuali impianti. - ha spiegato Gelichi - Che cosa rimarrebbe da fare: la regimazione idraulica sia della discarica ex Lucchini che dell’ex Asiu con la relativa copertura, da aggiungere la gestione del post mortem rimozione del percolato; rimarrebbero ancora 60mila metri cubi da coltivare ma non basterebbero a coprire le cifre necessarie per le suddette prescrizioni. I 36 ettari 'abusivi', paiono non destare problemi, poiché il percolato va direttamente sotto terra, presumibilmente nella falda ma non vediamo forti prese di posizione di comitati o dell’amministrazione su questa sfumatura ambientale. Piombino avrebbe ancora tre discariche da chiudere Ex Asiu, ex Lucchini e la LI53, trattando la parte recuperabile e per la restante parte mettendoli in discarica, quale? Mentre le ex discariche di Poggio ai Venti attendono ancora la messa in sicurezza permanente. Però dava noia il puzzo e per non aspettare che gli impianti dell’ex Asiu fossero messi a norma, qualcuno ha preferito far crollare la baracca e lasciare Piombino con questo enorme problema ambientale".

"Pensare che l’attuale assessore all’Ambiente del Comune di Piombino dichiarò che 'un’amministrazione pubblica non può trattare con un’azienda privata per fare accordi', dimenticando che dentro quell’azienda privata c’era anche il Comune di Piombino con Asiu ed esprimeva il presidente di quell’azienda, quindi non poteva lavarsene le mani e insieme al sindaco avevano il dovere morale e istituzionale di trovare una soluzione. - ha proseguito Gelichi - Paghiamo e pagheremo chissà per quanto, lo scotto per aver rinunciato a un’azienda con il know-how in materia di bonifiche e siti di discarica pronti a mettere in sicurezza la Li53 e raccogliere i cumuli della 36 ettari, rifiuti stoccati in modo incontrollato che bloccano il progetto di Invitalia, già pronto per la messa in sicurezza delle acque di falda". 

"Rimateria con le sue discariche, avrebbe reso plausibile la bonifica del Sin e, ad esempio, avrebbe potuto contenere le terre di scarto dei lavori sulla bretella della 398. Noi avevamo il dovere di fare le cose per bene, per la comunità, sistemare la difficile eredità di Asiu e convertirla in qualcosa di fondamentale per le bonifiche, siamo invece precipitati, per una precisa volontà politica, dentro una zona buia, dove gioca facile il populismo senza ragione e senza speranza, ma non è possibile pensare di rimanerci ancora per molto"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’avviso sulla pagina social del Comune che ha informato la cittadinanza della chiusura di alcuni uffici fino a data da definire
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità