Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:PIOMBINO10°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
A Kiev, tra le bandierine ai caduti e l’appello agi alleati: «Mandate armi e munizioni»

Attualità giovedì 26 maggio 2016 ore 12:31

Terre etrusche, nuova energia per il territorio

In comune la mostra che raccoglie le linee guida dello studio di fattibilità per lo sviluppo turistico integrato all'insegna degli Etruschi



PIOMBINO — Dal 25 al 28 maggio al piano terra del palazzo comunale sono stati allestiti alcuni pannelli che mostrano lo studio per lo sviluppo della Toscana costiera svolto dall'architetto Massimo Casolari. Il lavoro, che coinvolge 20 Comuni, è stato sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra che ha creduto nella sinergia tra l'Alta e Bassa Val di Cecina e la Val di Cornia.

Dall'idea di costa etrusca, questo progetto si allarga alle terre etrusche e ai territori che vi insistono; da qui è nata l'idea di un vero e proprio piano strategico d'area vasta che guardasse al futuro turistico nella stessa lunghezza d'onda. Ma in cosa consiste lo studio "Terre Etrusche"? Lo abbiamo chiesto all'architetto Casolari.

Partendo dal presupposto che la Toscana, pur rimanendo sul podio tra le regioni attrattive turisticamente parlando, negli ultimi anni sta retrocedendo nei segmenti turistici dell'arte, dell'agriturismo, dell'enogastronomia e dei musei. E proprio per queste sarebbe opportuno innescare nuovi input per riconquistare il turista attivo proponendo nuovi scenari da scoprire.

Per far ciò, però, servono infrastrutture e colmare le criticità o le mancanze rilevate dallo studio nei diversi luoghi scandagliati, ma soprattutto individuare pacchetti turistici concreti che possano attrarre i flussi turistici. Come riportato dallo studio, tutto ruota al mondo degli Etruschi, dall'entroterra al mare e magari, perché no, stringere sinergie anche con l'Umbria e il Lazio per quanto riguarda i siti Unesco di Tarquinia e Cerveteri. 

Dopo la prima presentazione a Volterra, la mostra che illustra lo studio di fattibilità potrà essere visitata fino al 28 maggio nel comune di Piombino, poi sarà spostata a Cecina.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Visto il peggioramento delle condizioni meteo previste per la giornata di martedì, i sindaci hanno firmato l’ordinanza per la chiusura delle scuole
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro