comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO8°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 16 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Lavoro giovedì 02 novembre 2017 ore 20:50

Unicoop Tirreno, rotte le trattative, è sciopero

Confronto ad alta tensione a Firenze tra le categorie nazionali Filcams, Fisascat e Uiltucs e la dirigenza Unicoop Tirreno



PIOMBINO — Un tavolo di trattativa teso e dai toni estremamente accesi quello che si è tenuto oggi a Firenze tra le categorie nazionali del commercio, Filcams, Fisascat e Uiltucs, e la dirigenza UniCoop Tirreno che si è concluso con una proclamazione di sciopero.

“Inevitabile – sottolinea Alessio Di Labio, che ha condotto la discussione per la Filcams Cgil nazionale – la Cooperativa continua ad agire in modo scomposto e schizofrenico, senza condivisione e creando soltanto caos”.

La discussione è stata incentrata, da parte sindacale, sulle criticità che hanno portato allo stato di agitazione. “Abbiamo chiesto risposte concrete sul rispetto dell'accordo del 9 maggio – spiegano le segreterie – che è stato disatteso dopo soltanto un mese dalla presentazione al Ministero del Lavoro, in virtù del quale sono stati ottenuti strumenti di ammortizzazione sociale e approvato, con voto certificato, da 2200 lavoratori".

Terziarizzazioni, cessioni, chiusure, aumento degli esuberi, apertura di procedure di mobilità, il mancato confronto sugli interventi in sede, la mancata applicazione degli ammortizzatori sociali e sull'avanzamento della riorganizzazione sono i punti che hanno portato i sindacati a proclamare lo sciopero.

“Ci salviamo tutti o non si salva nessuno – ha aggiunto Pieralba Fraddanni, segretaria generale della Filcams Livorno – si deve avere la consapevolezza che tutti sono a rischio, al momento le azioni unilaterali hanno effetto soltanto su alcuni lavoratori, ma è in discussione la tenuta stessa dell'azienda”.

Il 13 Dicembre è la data individuata per un grande sciopero generale dei dipendenti della cooperativa, che sarà preceduto da un'ora di sciopero l'11 Novembre per chiedere alla cooperativa di cambiare posizione e da un attivo nazionale dei delegati il 14 Novembre che si terrà sotto la sede nazionale di Asnncc.

Alessio Di Labio
Filcams CGIL Nazionale 



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità