Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:05 METEO:PIOMBINO18°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini ai suoi: «Chiederò per la Lega il ministero della famiglia e della natalità»

Attualità giovedì 16 giugno 2022 ore 21:20

Ripascimento a nord del porto turistico

Lavori conclusi in due giorni Il sindaco Riccucci: “Lavori necessari. Torniamo ad avere una spiaggia pubblica fruibile”



SAN VINCENZO — Si sono conclusi in queste ore i lavori di ripascimento a nord del porto turistico di San Vincenzo. Un intervento che si è protratto per circa due giorni e che ha consentito all’arenile, una delle poche spiagge pubbliche e centrali rimaste, di tornare finalmente ad essere fruibile.

“La spiaggia pubblica a nord del porto - ha spiegato il sindaco Paolo Riccucci - proprio a causa di questa infrastruttura è stata compromessa per sempre, è un tratto di arenile che infatti soffre dell’ingombrante presenza del porto e ha subito una modifica definitiva di quegli equilibri che garantivano la presenza dell’arenile stesso. Senza voler tornare sulle scelte del passato ritengo sia stata un’operazione importante, in quanto si tratta di una delle poche spiagge pubbliche cittadine, un biglietto da visita per chi arriva a San Vincenzo da nord”.

“Ho sempre criticato - ha aggiunto - la scelta di abusare di mezzi meccanici e ripascimenti, perché sono sicuro che sia possibile, rispetto a quanto avvenuto in passato, ridurre il carico di mezzi e di operazioni sui nostri arenili. Sono certo che gli stessi operatori, se potessero evitare di usare i mezzi, lo farebbero, e ciò vorrebbe dire che la spiaggia non ha bisogno di manutenzione. Proprio in base a questa consapevolezza - ha precisato il sindaco - abbiamo cercato di regolamentare il loro accesso, per dare modo ai concessionari di lavorare solo in casi strettamente necessari”.

Il ripascimento, finanziato con risorse pubbliche regionali, è stato disposto perché necessario. “Sono convinto della bontà di questa scelta, che ha consentito oggi di avere una spiaggia pubblica fruibile e non una baia di sassi. - ha proseguito - Avevamo previsto l’operazione per la fine di maggio, e mi scuso per questi giorni di ritardo e di disagio, soprattutto per chi ha avuto la draga fronte attività. Credo però - ha concluso il sindaco - che due giorni di lavoro per dare fruibilità ad una delle poche spiagge pubbliche centrali rimaste sia stato un ottimo investimento per San Vincenzo, e il fatto che si veda ogni tanto qualche trattore, e non tutti i giorni come in passato, conferma il lavoro fatto sulla regolamentazione e smentisce le chiacchiere elettorali di chi ci dipingeva come coloro che non avrebbero più permesso niente in spiaggia”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza ha posto la lente sulle attività di tutta la provincia dall’Elba a Livorno, passando per Piombino, Castiglioncello e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport