QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 21 novembre 2019

Politica domenica 02 settembre 2018 ore 16:48

Ripascimento, "sui materiali nulla da chiarire"

Assemblea Sanvincenzina torna sulla questione ripascimento rispondendo al sindaco Bandini che ha ricordato i numeri del progetto



SAN VINCENZO — "C'è poco da spiegare, ora, alla cittadinanza. Casomai progetti così importanti devono essere discussi e condivisi preventivamente con cittadini e operatori e non a babbo morto come quest'amministrazione ha sempre fatto". Così Assemblea Sanvincenzina ha risposto all'indomani della nota del sindaco Alessandro Bandini in merito al progetto di ripascimento previsto per la costa sud di San Vincenzo. 

La lista di opposizioni che da settimane assieme a Siamo San Vincenzo e Meetup 5 Stelle si sta dando da fare per fermare l'operazione antierosione soprattutto se è prevista l'utilizzo di sabbia di cava.

"Ma nel caso dell'uso di materiali di cava da scaricare sugli arenili, non c'è niente da chiarire. Sovrintendenza o meno, spetta in prima battuta al comune tutelare in ogni modo la tenuta e la qualità della spiaggia. - hanno aggiunto - Che un paese che vive in gran parte del turismo balneare abbia così poca considerazione dell'arenile e così poco rispetto degli operatori che lavorano grazie a questa preziosa risorsa naturale lascia esterrefatti. Il ripascimento con materiali estranei all'ecosistema marino è solo l'ultimo episodio di una politica che sembra puntualmente ricercare il modo di metter in crisi risorsa naturale ed attrattiva turistica. Ogni volta che schizzetta scatta il divieto di balneazione, si installano cantieri con tanto di escavatori ed altri mezzi meccanici sulla spiaggia nel bel mezzo della stagione balneare, si realizzano opere antierosione che snaturano l'arenile e non risolvono i problemi e si agisce sempre e comunque al di fuori di un chiaro ed esteso progetto per la tutela della linea di costa. 

Questo ripascimento è la ciliegina sulla torta ma non per questo si possono accettare le parole del sindaco secondo cui 16/17 metri cubi di meteriali di cava per ogni metro lineare di costa non sarebbero d'impatto".

Infatti, quella che per il sindaco è ritenuta "una quantità certamente minimale non certo influente ai fini paesaggistici", per Assemblea Sanvincenzina rappresenta "una alterazione notevolissima che avrà ripercussioni per anni sull'aspetto della spiaggia nel caso in cui il ripascimento funzioni e il materiale rimanga a riva oppure avrà un bell'impatto sull'ecosistema del basso fondale qualora il ripascimento non funzionasse. In ogni caso un capolavoro e, - hanno concluso - a prescindere da quel che dice o non dice la Sovrintendenza, una dimostrazione in più di come Bandini & co. non abbiano la sensibilità e la capacità di gestire la risorsa fondamentale per il turismo balneare sanvincenzino". 



Tag

Le Sardine arrivano a Sorrento. Non sono molte, ma ci sono le prime tensioni

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca