QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 8° 
Domani 7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 12 dicembre 2019

Attualità venerdì 01 novembre 2019 ore 16:45

"Rimateria, raddoppio solo per scarti siderurgici"

Sì al raddoppio ma ancora non è stata formalizzata la VIA. Rossi: "Divieto di conferimento di rifiuti organici". Scontro il sindaco Ferrari



PIOMBINO — Il raddoppio della discarica di Rimateria a Piombino che da tempo ha sollevato le proteste dei cittadini della Val di Cornia che si oppongono al raddoppio, è in dirittura d’arrivo, anche se per ora non è stato ufficializzato l’ok alla VIA. Sulla vicenda è intervenuto con una nota il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi spiegando che "per gli ampliamenti richiesti, il divieto di conferimento di rifiuti organici è già stabilito nella valutazione di impatto ambientale. L'ampliamento valutato, riservato ai soli rifiuti siderurgici prodotti in loco (compresi i cumuli di rifiuti siderurgici presenti nell'area circostante) potrà essere autorizzato in Aia solo dopo il completamento delle coperture". 

Nella stessa nota Rossi aggiunge: "Deve essere chiaro infatti che l'area ha assolutamente bisogno di un intervento di messa in sicurezza e bonifica". 

L'ok alla Valutazione di Impatto Ambientale ancora non è stato ufficializzato ma ieri il sindaco di Piombino Francesco Ferrari in una nota ha fatto riferimento a indiscrezioni di stampa per cui "pare certa la concessione della Via, pur con numerose prescrizioni". Proprio a Ferrari si è rivolto il Rossi nella stessa nota dicendogli che "Se avesse davvero voluto impedire l'ampliamento avrebbe potuto chiedere al presidente della società Rimateria - che è da lui indicato - di rinunciare alla richiesta di ampliamento. Pronta la risposta del primo cittadino: "Forse gli sfugge che è stato il suo stesso partito a provatizzare Rimateria impedendo di fatto che la parte pubblica potesse incidere sulle decisioni che riguardano il territorio". 

Ferrari ha poi ribadito che "la Regione non ha notificato la propria decisione al Comune di Piombino. Lui, ovviamente, già conosce la decisione del nucleo tecnico e la sfrutta per un vantaggio politico. Prima o poi, anche io avrò modo di visionare le carte e allora potremo parlare del merito".



Tag

Mes, Conte: «L'Italia non ha nulla da temere, il nostro debito è sostenibile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità