Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:26 METEO:PIOMBINO20°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 19 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ucraina, le forze speciali di Kiev fanno saltare in aria ponti strategici: così l'avanzata russa viene fermata

Politica venerdì 07 gennaio 2022 ore 15:26

“Grave errore esternalizzare la Protezione civile”

Ascolta Piombino ha contestato la decisione dell’Amministrazione comunale. Gelichi: “Decisione dettata da incapacità amministrativa”



PIOMBINO — Ascolta Piombino sottolinea una serie di dubbi rispetto alla decisione dell’Amministrazione comunale di esternalizzare il servizio di Protezione Civile, come l’espletamento delle attività inerenti alla gestione delle allerta meteo e degli altri compiti in capo al settore.

“Questa notizia ha dell’incredibile, non voglio nemmeno immaginare cosa sarebbe potuto accadere quando scoppiò la pandemia di Covid anche a Piombino, se l’amministrazione non avesse svolto le sue funzioni di decisione e coordinamento. Eppure l’ordinamento giuridico in merito alla Protezione Civile parla chiaro e stabilisce che: ‘lo svolgimento, in ambito comunale, delle attività di pianificazione di protezione civile e di direzione dei soccorsi con riferimento alle strutture di appartenenza, è funzione fondamentale dei Comuni’. Ci sono delle attività precise sulla prevenzione dei rischi che possono essere svolte solo in ambito comunale, partendo dall’adozione di tutti i provvedimenti concernenti la pianificazione dell’emergenza che sono imprescindibili ad assicurare i primi soccorsi in caso di eventi calamitosi. - ha commentato Riccardo Gelichi - Esistono procedure e modalità di organizzazione per provvedere la preparazione di mezzi e strutture che possano assicurare una prontezza operativa in caso di eventi emergenziali. Così come sono necessari piani comunali di Protezione Civile in base agli indirizzi regionali, che definiscono le modalità d’impiego del personale qualificato a supporto delle amministrazioni, alla vigilanza, alla formazione del personale e all’impiego del volontariato; anche in questo caso, sulla base degli indirizzi nazionali e regionali. Sono i comuni che approvano con deliberazione consiliare i piani di Protezione Civile comunale, prevedendone gli aggiornamenti e nel caso rinviandoli ad atti del Sindaco o della Giunta”.

“Restiamo sbalorditi per questa decisione che ci sembra più dettata dall’incapacità amministrativa di sostituire il personale interno andato in pensione, che una scelta politica motivata. - ha proseguito - Un atto che pesa sulle spalle del primo cittadino che comunque resta responsabile dell’adozione di tutti quei provvedimenti straordinari e urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli per l’incolumità pubblica, proprio sulla base delle valutazioni formulate dalla struttura di protezione civile, che nel caso di Piombino, sarà esternalizzata al mondo del volontariato”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le navi da crociera tornano a farsi vedere nello scalo con l'approdo della Marella Discovery 2.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità