Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:07 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Stromboli, notte di paura per un incendio: «Le fiamme partite forse dal set di una fiction»

Attualità venerdì 01 gennaio 2021 ore 17:55

Il Consiglio approva le nuove norme per la Tari

Il Consiglio comunale di Campiglia (Foto di archivio)

Il Consiglio comunale ha ratificato il nuovo percorso previsto dalla normativa vigente per il Pef 2020, si basa e conguaglia i costi del 2018



CAMPIGLIA MARITTIMA — Il Consiglio comunale è stato chiamato a ratificare e prendere atto della delibera dell’assemblea dell'Ato Toscana Sud del 18 Dicembre 2020, per rispettare le norme oggi in vigore. La relativa delibera è stata approvata a maggioranza nella seduta del 30 Dicembre. La delibera dell’Ato ha approvato, in applicazione del nuovo metodo tariffario sul servizio rifiuti stabilito da Arera (Autorità Reti e Ambiente), il Piano economico finanziario del servizio rifiuti 2020 dell’intero ambito e la quota di competenza di ogni singolo comune. 

L’Arera è l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che svolge attività di regolazione e controllo nei settori dell'energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore.

Come spiegato in una nota del Comune di Campiglia, il Pef approvato in base al nuovo metodo è composto dalla quota dei costi di Sei Toscana, degli impianti di smaltimento rifiuti e del Comune di Campiglia per la gestione e riscossione delle tariffe Tari. I costi presi a base del calcolo tariffario sono quelli dei due anni precedenti quindi, il Pef 2020 si basa e conguaglia i costi del 2018. Da un punto di vista squisitamente numerico il nuovo Pef evidenzia un aumento dei costi di circa il 6% rispetto allo scorso anno. In ogni caso, il Pef approvato comunque non inciderà sulla tariffa e bollette 2020 perché, in base ad una espressa previsione normativa, il maggior costo del servizio sarà recuperato nei prossimi 3 anni.

Come è stato evidenziato in Consiglio comunale dall’assessora all’Ambiente Elena Fossi, "la ratio del legislatore nel prevedere il nuovo metodo della tariffazione ha perseguito la finalità di omogeneizzare metodi e tariffe con massimali di costo per una maggiore equità a livello nazionale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Grazie a una convenzione tra Comune e condominio si risolve l’annoso problema di sicurezza e accessibilità in quel tratto di strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Lavoro