Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il patriarca Kirill scivola sull'acqua santa e cade durante la funzione religiosa

Attualità lunedì 28 febbraio 2022 ore 15:39

Polo educativo, dalla sperimentazione alla realtà

Si tratta del polo educativo 0-6 del Ciaf Arca di Venturina. Entrerà nel Sistema integrato di educazione e di istruzione zonale



CAMPIGLIA MARITTIMA — Dopo 5 anni di sperimentazione il polo educativo 0-6 del Ciaf Arca di Venturina Terme è stato riconosciuto dall’ufficio scolastico regionale ed inserito nel piano di dimensionamento dell’offerta formativa territoriale, approvando la richiesta inviata con delibera della Conferenza scolastica zonale. 

Nasce quindi ufficialmente dall’a.s. 2022-2023 il Sistema integrato di educazione e di istruzione che comprende una sezione di nido comunale e due sezioni di scuola dell’infanzia statale. Così i bambini dalla prima iscrizione seguiranno un percorso educativo unico studiato dalla coordinatrice pedagogica zonale.

I prossimi passaggi per rendere effettiva questa nuova organizzazione che fa capo sia al Comune di Campiglia Marittima per il Nido l’Arca, sia all’Istituto comprensivo G. Marconi, per la scuola dell’Infanzia l’Arca, sarà la firma di un protocollo d’intesa tra i due enti sul progetto pedagogico che è in corso di stesura. Il numero di posti del polo 0-6 sarà in totale di 72 posti, 18 di nido e 52 di scuola dell’infanzia.

Il polo 0-6 sperimentale era nato nel 2017 per iniziativa del Comune di Campiglia e dell'istituto comprensivo Marconi (leggi qui sotto l'articolo collegato). Da quell’anno in cui il comune provvide a riorganizzare gli spazi del Ciaf L’Arca per renderli adatti ad ospitare il lavoro comune delle sezioni, si è sempre cercato di rendere concreta l'attività congiunta che si è interrotta solo con la pandemia, perché, per evitare i contagi, si è dovuto adottare il sistema delle bolle, ovvero piccoli gruppi composti sempre dagli stessi bambini e dagli stessi adulti. Il modello e la sua istituzionalizzazione vanno dunque avanti in previsione dell’uscita dall'emergenza sanitaria.

Soddisfazione sia da parte dell'Istituto comprensivo Marconi sia da parte del Comune.

"Il riconoscimento del Polo 0-6 non è un mero atto formale, ma l'istituzionalizzazione di un percorso pedagogico che arricchisce e qualifica l’offerta formativa dell’istituto comprensivo Marconi e dell’intero territorio", ha commentato la dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo Maria Elena Frongillo.

"L'ingresso del Polo Arca nel sistema integrato 0-6, progetto educativo volto a favorire la continuità nel percorso scolastico e l'inclusività delle bambine e dei bambini, è un risultato importante che arriva dopo che già da alcuni anni coesistevano nella struttura Ciaf sezioni di nido e di infanzia. - ha aggiunto l'assessore all'istruzione e politiche dell'infanzia Iacopo Bernardini - Da quest'anno, pertanto, al momento dell'iscrizione al nido le famiglie potranno esprimere la preferenza per la sezione presente nel polo. La struttura, peraltro, nell'ottica di una ancor maggiore fruibilità, sarà prossimamente oggetto di un intervento di ampliamento del giardino su viale del Popolo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sindaca Ticciati: “Ferrari rinnega le ragioni della condivisione strappando il nostro passato più bello e il disegno per lo sviluppo futuro”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità