Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO22°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Cultura mercoledì 18 marzo 2015 ore 18:32

Panis et milites: la dieta dei soldati romani

La dieta dei soldati romani nel volume di Marta Coccoluto. Venerdì 20 marzo alle 17 a Palazzo Appiani



PIOMBINO — L’approvvigionamento dell’esercito romano in Numidia durante il periodo imperiale: un argomento che oggi è possibile ripercorrere grazie a “Panis ad milites”, il libro pubblicato nelle scorse settimane dall’archeologa Marta Coccoluto.

Il libro verrà presentato venerdì 20 marzo alle 17 nella sala conferenze di Palazzo Appiani. A presentare il volume la giornalista Melisanda Massei Autunnali insieme all’autrice. Partecipa l’assessore alla cultura Paola Pellegrini.

Seppur originaria di Grosseto, Marta Coccoluto è molto conosciuta a Piombino, specie da quando la Parchi Val di Cornia le ha affidato l’incarico di responsabile del parco archeologico di Baratti e Populonia e di molti progetti collaterali.

Il volume è una rielaborazione della sua tesi di dottorato, conseguito in storia, archeologia e antropologia del mondo antico presso l’Università degli Studi di Siena. Per quella ricerca Coccoluto ricevette un incarico come borsista presso le università di Losanna e di Ginevra.

La riedizione all’interno di questo volume tiene conto anche della possibilità di avvicinare lettori non specialistici a un lavoro comunque di tipologia scientifica.

Come avvenisse l’approvvigionamento militare, dunque, e quale fosse la dieta del soldato accanto al fabbisogno alimentare delle truppe. Quali fossero le caratteristiche della Numidia, chi componesse l’esercito, accompagnatori - donne e schiavi - compresi e quale fosse l’organizzazione, la raccolta e il trasporto dell’annona, fino alla distinzione rispetto ai beni acquistati direttamente sul territorio.

Infine, la specificità dell’annona militare in Numidia, con la quantificazione del fabbisogno complessivo dei soldati e l’organizzazione logistica dei rifornimenti. Tutto questo in un insieme che coniuga ricerca ed eleganza formale, per una lettura piacevole e spesso accattivante.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diffuso un codice giallo attivo su tutta la Toscana. Possibili anche colpi di vento e grandinate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità