Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:PIOMBINO13°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Festival Economia, la ministra per la Famiglia Roccella contestata. Lei: «C'è un'ostilità verso il mondo della maternità»

Attualità lunedì 18 dicembre 2023 ore 14:09

A primavera primo tratto della Ciclovia Tirrenica

Un progetto che abbraccia molte regioni e che, per il territorio di Piombino, collegherà Costa est a Baratti fino al confine con San Vincenzo



PIOMBINO — Affidati i lavori per il lotto 2A della Ciclovia tirrenica che va dal confine con il Comune di Follonica a Perelli 1. Oltre otto chilometri di pista ciclabile la cui realizzazione sarà avviata nella primavera 2024 per un costo di circa un milione e 200mila euro. Il tracciato sarà realizzato con materiali ecocompatibili, includerà un ponte in legno e ricalcherà sentieri già tracciati così da limitare l’impatto.

Questo primo tratto fa parte di un progetto più ampio che abbraccia molte regioni e che, per il territorio di Piombino, collegherà la Costa est a Baratti fino al confine con il Comune di San Vincenzo. Soggetto attuatore di questo primo intervento è la società Parchi Val di Cornia.

“L’imminente avvio di questi lavori - ha dichiarato Marco Vita, assessore ai Lavori pubblici - è un ulteriore passo in avanti per la realizzazione di una rete di infrastrutture in grado di valorizzare la mobilità dolce. Grazie alla modifica al progetto originario che abbiamo proposto, oltre a risolvere significative criticità per la realizzazione del progetto, metteremo in relazione quest’opera con la pista ciclabile di Baratti creando, di fatto, un collegamento diretto fra tutti i luoghi più frequentati, valorizzandoli. Il nostro è un territorio naturalmente vocato al turismo sostenibile e alle attività all’aria aperta: merita di poter crescere grazie ad infrastrutture adeguate”.

È recente, infatti, la sottoscrizione dell’integrazione all’accordo di programma con la Regione Toscana che si è impegnata a incrementare i fondi consentendo al Comune di liberarne una parte che ha deciso di destinare alla progettazione dell’ultimo tratto della Ciclovia che va da Baratti al confine con il Comune di San Vincenzo e, quindi, di accelerare significativamente l’iter amministrativo. Inoltre il Comune, con l’obiettivo di risolvere importanti criticità legate al progetto originario, il cui percorso prevedeva uno snodo il località Fiorentina di difficilissima realizzazione, ha proposto un tracciato alternativo che passa lungo l’argine del Cornia, scavalca Ponte di Ferro e si ricollega alla ciclabile di Baratti. Tra i vantaggi del nuovo percorso, oltre ad un notevole risparmio economico, la possibilità di ricostruire il Ponte di Ferro, facilitando i collegamenti per tutte le aree limitrofe. In aggiunta, il tracciato originario correva lungo la Geodetica: il Comune ha voluto spostarlo lungo mare sia per garantire maggiore sicurezza ai fruitori che per rendere l’opera più funzionale al turismo. Nell’ambito dell’integrazione all’accordo di programma, la Regione Toscana si è impegnata a valutare la proposta di tracciato e, in caso di esito positivo, ad attivarsi con il Ministero dei Trasporti per le procedure necessarie ai fini di una modifica ufficiale del tracciato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dovrà scontare quasi 9 anni di detenzione il 34enne originario dell'Est Europa ricercato per una serie di reati commessi tra il 2011 e il 2021
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Lavoro