Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Un governo che cerca di non far danni è già molto, ma non basta». Applausi dalla platea

Attualità lunedì 21 giugno 2021 ore 18:50

Con il bonus idrico un aiuto alle famiglie

L'assessora Bezzini: "Una misura fondamentale per concedere un aiuto concreto, per sostenere le famiglie nella fruizione di un bene primario"



PIOMBINO — Il Comune di Piombino ha approvato il Bonus sociale idrico integrativo 2021, una serie di agevolazioni economiche, che verranno erogate sotto forma di rimborsi tariffari, destinate ai nuclei familiari residenti a Piombino che versano in condizioni socio-economiche disagiate.

“I residenti nei comuni dell’Autorità Idrica Toscana potranno usufruire di questo rimborso. – ha detto l’assessore alle Politiche sociali Carla Bezzini - Al Comune di Piombino spetterà una risorsa pari a 46.147,56 euro, cifra destinata interamente ad aiutare le famiglie in difficoltà. Trattasi di una misura fondamentale per concedere un aiuto concreto, per sostenere le famiglie nella fruizione di un bene primario. Le difficoltà economiche per molti si sono aggravate negli ultimi mesi data l’emergenza pandemica, è importante che le amministrazioni aiutino queste persone”.

L’importo del contributo sarà compreso tra 1/3 dell’importo annuale del consumo relativo all’anno precedente e l’importo massimo del 100%; esso non potrà comunque eccedere il valore della spesa idrica relativa all’anno solare precedente diminuita dell’importo del Bonus sociale idrico nazionale.

I nuclei che intendono fare domanda dovranno essere in possesso di un Isee del nucleo familiare fino a 9.700 euro, elevabile a un massimo di 20mila euro per le famiglie con almeno 4 figli a carico. Gli utenti titolari di reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza saranno automaticamente ammessi al Bonus a patto che la domanda venga presentata e sottoscritta da un componente il nucleo Isee al Comune di appartenenza. I nuclei ammessi avranno diritto al Bonus con riferimento a un solo contratto di fornitura. Il contributo verrà assegnato ai cittadini aventi diritto fino all’esaurimento della risorsa disponibile in funzione allo scorrimento di una graduatoria ordinata in base all’Isee/Isee Corrente crescente.

Le domande dovranno essere compilate online tramite il sito dell'ente. Chi è impossibilitato a compilare la domanda online potrà accedere a degli sportelli di assistenza in presenza attivi da lunedì 28.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dall'azienda: "Impegnati a rimanere sul territorio. Attivato un canale con il Mise". Il sindaco pensa al recupero delle aree dismesse
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Lavoro