Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PIOMBINO20°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Attualità giovedì 20 gennaio 2022 ore 14:12

Conclusa la bonifica dell’ex ditta Sae

Dopo vent’anni può dirsi concluso l’operazione che ha interessato un’area in località Valnera a Riotorto. Soddisfatta l’assessora Bezzini



PIOMBINO — Dopo oltre venti anni è terminata la bonifica dell’area dell’ex ditta Sae, situata in località Valnera a Riotorto, che aveva esercitato attività di stoccaggio irregolare di pile esaurite e medicinali scaduti all’interno di due capannoni commerciali. Le operazioni di verifica e monitoraggio eseguite con Arpat non hanno riscontrato la contaminazione dell’ambiente circostante.

“Siamo molto orgogliosi di aver portato a termine un’opera di bonifica che attendeva da decenni grazie alla determinazione di questa Amministrazione e al grande impegno degli uffici. – ha detto l’assessora all’Ambiente Carla Bezzini – Sono molte le criticità ambientali del nostro territorio che vanno oltre la grande bonifica del Sin: di questi numerosi interventi che sono di competenza del Comune ci stiamo occupando fin dall’inizio del mandato. Opere meno appariscenti ma altrettanto importanti per garantire la tutela ambientale del territorio”.

“Fortunatamente, - ha proseguito l’assessora - i campionamenti del monitoraggio da noi effettuato su questa specifica area dopo anni di richieste inevase, non hanno evidenziato parametri di inquinamento e di questo siamo soddisfatti”.

La questione dell’ex ditta Sae è annosa e delicata: dopo la rimozione delle tonnellate di rifiuti pericolosi avvenuta nel 2004 sono cominciati gli interventi di monitoraggio del suolo, che già al tempo non avevano evidenziato indici di contaminazione. Risale al 2009 la richiesta avanzata dalla Provincia di Livorno di effettuare un monitoraggio delle condizioni della falda acquifera ai fini del rilascio della certificazione definitiva di avvenuta bonifica. L’operazione non è mai stata eseguita fino al Settembre 2020 quando il Comune si è mobilitato richiedendo alla Regione Toscana indicazioni puntuali, ha eseguito gli adempimenti necessari e ha ottenuto la certificazione.

Le operazioni di carico, trasporto e smaltimento delle circa tremila tonnellate di rifiuti, la pulizia delle aree liberate, lo smantellamento del cantiere e gli interventi di monitoraggio e verifica hanno avuto un costo complessivo di 726mila euro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Grazie a una convenzione tra Comune e condominio si risolve l’annoso problema di sicurezza e accessibilità in quel tratto di strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica