comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°13° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 09 aprile 2020
corriere tv
Conte alla Bild: «Germania non avrà vantaggi dalla recessione degli altri Paesi»

Attualità martedì 24 marzo 2020 ore 19:10

Jsw, minima presenza all'interno della fabbrica

Decisione raggiunta durante l'ultimo incontro tra la direzione del personale, sindacati e i coordinatori Rsu. Cassa integrazione per 9 settimane



PIOMBINO — Con l'ultimo incontro tra la direzione del personale Jsw, le segreterie provinciali Fim, Fiom, e Uilm e coordinatori Rsu Jsw è stato stabilito come Jsw Steel Italy intende proseguire l'attività dello stabilimento siderurgico di Piombino in relazione all'ultimo decreto del Governo riguardo la chiusura delle fabbriche per l'emergenza sanitaria e contenere il contagio del coronavirus (leggi qui sotto gli articoli correlati).

"È stata attivata la cassa integrazione speciale Covid19 con effetto retroattivo al 23 Marzo per la durata di 9 settimane, - fanno sapere i sindacati - le organizzazioni sindacali hanno raggiunto una quadra che porterà da domani fino al 3 Aprile ad avere una minima presenza all'interno della fabbrica, saranno attivi e ridotti come produttività solo i reparti di spedizione e magazzinaggio, salvaguardia impianti e presidi. La presenza all'interno della fabbrica sarà di massimo 30 lavoratori a turno". I lavori saranno suddivisi nei vari reparti e impieghi.

"L'azienda ci comunica che domani saranno in arrivo mille mascherine protettive, gli Rls saranno presenti per verificare che sia attuata la massima precauzione e sicurezza per tutti i lavoratori interessati. - hanno aggiunto - Abbiamo inoltre richiesto, visto la retroattività della Cig attivata che le giornate di sciopero del 23 e 24 Marzo vengono coperte con la relativa cassa integrazione".

Allo sciopero di due giorni ha aderito quasi la totalità del personale.  

"Abbiamo dovuto purtroppo trovare soluzioni estreme per far fronte alle falle del sistema, - proseguono i sindacati - mentre noi siamo sempre stati sul pezzo, cercando di far attuare alle aziende decreti, le istituzioni tutte hanno annunciato chiusure, salvo poi lasciare soli gli Rls e le organizzazioni sindacali a gestire tra mille difficoltà, le varie eccezioni e allegati ai decreti".

Rinnovato il messaggio a tutti i lavoratori di attenersi alle regole del protocollo per i Dpi e le procedure di sicurezza, per la massima tutela propria e delle famiglie.

Ugl esprime soddisfazione per questa decisione anche se arriva tardivamente: "La fermata va esattamente nella direzione che abbiamo sempre sostenuto ed auspicato, a differenza di altri, e va a tutelare la salute dei lavoratori diretti e delle imprese dell'indotto, in questo periodo difficile di emergenza sanitaria, con una grave pandemia in corso e nel pieno del suo picco di contagi. Desideriamo stringerci in un sincero abbraccio al lavoratore di Jsw risultato positivo al virus Covid19, augurandogli pronta guarigione ed esprimendo vicinanza a lui, alla sua famiglia e a tutte le persome della nostra zona colpite dal contagio".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità