Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:PIOMBINO24°26°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità domenica 07 luglio 2024 ore 09:00

Discarica, Ferrari annuncia ricorso al Tar

Francesco Ferrari, sindaco di Piombino

Dopo la delibera della Regione sulla discarica di Ischia di Crociano il sindaco di Piombino annuncia una nuova battaglia legale



PIOMBINO — "La Giunta regionale ha approvato il verbale della conferenza di servizi istruttoria che concede a Rinascenza Toscana la modifica della Via del 2019 rimuovendo il vincolo del conferimento esclusivo di rifiuti provenienti dalle bonifiche e da attività siderurgica per il rialzo della ex Lucchini. Una scelta scellerata che, ancora una volta, va contro le esigenze di un territorio e le richieste dei suoi cittadini".

Il sindaco di Piombino Francesco Ferrari ha commentato così la delibera della Regione sul futuro della discarica di Ischia di Crociano.

"Avevamo già impugnato il verbale della conferenza e ora impugneremo anche questa delibera: - ha aggiunti il sindaco - per cinque lunghi anni abbiamo combattuto contro il progetto di ampliamento della discarica, tanto che neanche un metro cubo di rifiuti in più è stato autorizzato, e senza dubbio continueremo a farlo".

"Ciò detto, ci sono alcune circostanze quantomeno curiose. Innanzitutto, la tempistica con cui la Regione ha approvato il verbale: a sette mesi di distanza dalla conclusione della conferenza di servizi, un attimo dopo la fine del periodo elettorale. Evidentemente, il Pd continua a voler prendere in giro i piombinesi: prima del voto affermano sui social di voler chiudere la discarica assumendosi la responsabilità degli errori compiuti in passato, un minuto dopo la sonora sconfitta elettorale la Regione a trazione Pd si affretta ad approvare quel verbale che per mesi era rimasto chiuso in un cassetto. Non solo, si affrettano proprio ora che ci sono concrete prospettive per il rilancio della fabbrica, una ripartenza che non solo produrrebbe rifiuti da attività siderurgica ma anche la necessità di conferire le risultanze dell’attività di bonifica della 36 ettari, già prevista dagli accordi con le aziende.
La Regione Toscana, ancora una volta, dimostra la sua noncuranza per le sorti di un territorio che per decenni ha sofferto le conseguenze ambientali di scelte folli. Dimostra di avere più a cuore le sorti di un’azienda di quelle dei suoi cittadini", ha concluso Ferrari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno