QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°20° 
Domani 17°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 20 ottobre 2019

Attualità giovedì 27 settembre 2018 ore 10:07

Discarica, il Comitato sollecita i carotaggi

Erano stati assicurati durante un incontro a Luglio. Ora il Comitato sollecita i carotaggi per rassicurare sull'assenza di rifiuti pericolosi



PIOMBINO — A quando i carotaggi alla discarica Rimateria? Tornano a chiederselo dal Comitato Salute Pubblica Piombino - Val di Cornia a fronte di una richiesta fatta da mesi.

"Nell’incontro del 4 Luglio 2018 tra un comitato di cittadini e i rappresentanti di alcuni Comuni del comprensorio (sindaco di Piombino Massimo Giuliani, sindaco di Suvereto Giuliano Parodi, assessore all’ambiente del Comune di Campiglia M.ma Vito Bartalesi, assessore all’ambiente del Comune di San Vincenzo Antonio Russo, presidente di RiMateria Valerio Caramassi) furono presi vari impegni, fra i quali quello di attivare una centralina per l’analisi dell’aria e quello di effettuare, appena possibile, dei carotaggi sulla discarica per escludere la possibilità che vi sia stato conferito materiale particolarmente pericoloso".

La centralina per il controllo dell'aria è stata attivata, mentre i carotaggi non sono stati eseguiti "perché - riferiscono dal Comitato sulla base dei ragguagli del sindaco Giuliani - è ancora in attesa dell’autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria per poter procedere". 

"Concedere questa autorizzazione è, a nostro avviso, particolarmente importante in quanto ricordiamo che Rimateria è indagata in merito al traffico illecito di rifiuti provenienti dalle ditte Lonzi e RaRi di Livorno. - ha scritto il Comitato in una lettera aperta - Circa un terzo dei rifiuti con cui la discarica è stata innalzata da 26 a 32 metri provengono proprio da queste due ditte. Rimateria ha escluso che rifiuti pericolosi siano potuti finire in discarica e ha sottolineato che, nel caso, si riterrebbe lei stessa vittima di questa situazione. Siamo convinti che sia assolutamente necessario stabilire con certezza, attraverso i suddetti carotaggi, se dentro la discarica di Ischia di Crociano sono finiti rifiuti pericolosi sia per la tutela dell’ambiente e dei cittadini che abitano vicino alla discarica, sia per la tutela degli stessi lavoratori di Rimateria, che sopra la discarica operano quotidianamente".

Su chi deve fare e pagare i carotaggi il Comitato solleva un dubbio. Li commissionerà il Comune a una ditta esterna come detto durante l'incontro del 4 Luglio oppure saranno fatti da Rimateria stessa visto che nelle ultime dichiarazioni il sindaco ha parlato di "carotaggi in autocontrollo"?

"L’esecuzione dei carotaggi e le analisi relative siano affidate a un Ente Pubblico, come l’Arpat o i Noe, che si configuri come Ente qualificato e super partes. - auspicano dal Comitato - Ci preme sottolineare che le preoccupazioni dei cittadini circa questi impianti sono del tutto legittime anche in considerazione dei notevoli disagi a cui i suddetti impianti hanno dato origine. Abbiamo totale fiducia nella Magistratura e nella Procura della Repubblica. Ci permettiamo - hanno concluso - di rivolgere loro questo invito dopo le ultime dichiarazioni fatte dal sindaco e solo per sottolineare come i carotaggi e le analisi richieste potrebbero tranquillizzare i cittadini che, ad oggi, stanno continuando a seguire la vicenda con preoccupazione, nel rispetto comunque delle esigenze di indagine dei Magistrati che seguono il caso, al cui giudizio ci rimettiamo".



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità