comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°22° 
Domani 19°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 07 giugno 2020
corriere tv
Incidente Arezzo, al Tg1 le immagini dell'auto che sbanda prima dell'impatto

Attualità sabato 23 aprile 2016 ore 09:30

Due anni dalla chiusura dell'altoforno e ora?

Il 24 aprile è arrivato e il gruppo Camping Cig-Minoranza sindacale si prepara a tirare una linea sotto la questione Aferpi e organizza un presidio



PIOMBINO — A due anni dalla chiusura dell'altoforno, il 24 aprile del 2014, il gruppo Camping Cig-Minoranza sindacale non rimane in silenzio e formula una serie di domande per capire a che punto siamo. Le ultime parole di Issad Rebrab non sono state sufficienti e non hanno chiarito alcuni punti ritenuti fondamentali per le prospettive lavorative. 

"Dove sono i soldi per concretizzare le promesse? Dove sono le fideiussioni e le garanzie finanziarie per iniziare i lavori? Ed allora: dove sono le risorse finanziarie che soddisferanno la Demag e permetteranno ad Aferpi di concretizzare l’acquisto, al di là di un paio di firme? E dove sono le risorse per completare il piano di investimenti previsto per l’acciaieria? Perché il solo forno, ma non dovevano essere due? Non basta: servono le stazioni di affinamento, le colate continue, i parchi di stoccaggio, linee elettriche, idriche, per i gas, stradali, ferroviarie e le risorse per il progetto agroindustriale dove sono? Se non verranno date risposte sincere e documentabili a queste domande, vorrà dire che siamo ancora nel mondo dell’assurdo, della narrazione felice, delle promesse fatte al solo scopo di addormentare le coscienze e dare una falsa speranza alla disperazione di lavoratori e cittadini che potrebbe trasformarsi in rabbia e contestazione. - e continuano - Se non verrà presentato un cronoprogramma dettagliato, che comprenda piano e tempi per le bonifiche, piani e tempi per le installazioni siderurgiche, piani e tempi per l’insediamento agroindustriale, vorrà dire che ancora una volta di fumo si tratta e di un insulto all’intelligenza dei cittadini e dei lavoratori di Piombino".

In occasione del secondo anniversario dello spegnimento dell'altoforno, il gruppo Minoranza sindacale-Camping CIG organizzerà domenica 24 aprile un presidio, a Piombino, in piazza Verdi, dalle ore 18 alle ore 23. Si invitano tutti i cittadini a partecipare. Sarà allestita anche una mostra per ricordare gli avvenimenti che si sono succeduti, sulla vicenda Lucchini, da allora ad oggi.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Lavoro

Attualità

Attualità