Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:05 METEO:PIOMBINO15°19°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità venerdì 05 febbraio 2016 ore 15:29

"Questa città pretende rispetto"

Il sindaco Giuliani: "Le affermazioni apparse su Il Sole 24 Ore sono un attacco ad uno dei progetti più rilevanti per la rinascita della nostra città"



PIOMBINO — "Le esternazioni contenuti su il Sole 24 Ore in merito al gruppo Cevital e al suo piano industriale, un piano presentato alle istituzioni e oggetto di ritardi, sono gravi". Così esordisce il primo cittadino di Piombino Massimo Giuliani rispondendo a quanto pubblicato nell'inchiesta de Il Sole 24 Ore. 

Esternazioni gravi in quanto insinuerebbero una mancanza di solidità e volontà di investimento da parte di un gruppo industriale tra i più rilevanti in Algeria e in Africa.

“E’ evidente che qualcosa sia cambiato nell’assetto politico industriale interno al paese algerino; - prosegue Giuliani - tuttavia rileviamo anche una serie di azioni del gruppo Cevital tese a ritrovare quell’equilibrio necessario per garantire migliaia di posti di lavoro sia in patria che all’estero. Noi non siamo i difensori di ufficio di nessuno - ha sottolineato Giuliani - ma non vogliamo vedere messo in discussione un lavoro certosino e quotidiano svolto per creare le migliori opportunità possibili ai soggetti investitori interessati e garantire lavoro, diversificazione e sviluppo nel medio e lungo periodo".

Insomma, il processo messo in moto dalla passata amministrazione ee ereditato da Giuliani sta andando avanti e ci sono, a detta del sindaco, basi concrete per il processo di reindustrializzaizone dell'area di crisi complessa di Piombino. Nevralgici gli accordi di programma per il completamento del porto e della SS398; con l'attuale management Aferpi, inoltre, sono stati attivati tavoli per favorire l'implementazione del piano industriale.

"Per questi motivi - ha concluso il sindaco - questa città pretende rispetto. Un rispetto dovuto sia per la nostra storia industriale che per l'esempio che lavoratori e organizzazioni sindacali hanno dato e stanno dando a tutti noi con i loro sacrifici in vista della realizzazione uno dei progetti di investimento di grande portata per Piombino".

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su #tuttoPIOMBINO di QUInews Valdicornia Gordiano Lupi tratteggia la storia di Torre Nuova sulle orme di Mauro Carrara
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Sport

CORONAVIRUS

Attualità