Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Frecce Tricolori, il video delle spettacolari evoluzioni sulle note di «Nessun Dorma»

Attualità giovedì 05 agosto 2021 ore 14:38

Nido d'infanzia a Riotorto, attese le proposte

Foto di repertorio

I tre soggetti che hanno manifestato interesse dovranno presentare i progetti entro il 31 Agosto. Un contributo economico per l'operatore individuato



PIOMBINO — Sono tre gli operatori economici che hanno manifestato interesse per partecipare alla procedura di evidenza pubblica per la concessione di un contributo economico diretto a sostenere l’attivazione di un servizio educativo per la prima infanzia nella frazione di Riotorto. Nel dettaglio i soggetti interessati sono l’Associazione il Nido della Cicogna Hop-La, Elfo Società Cooperativa e Asilo nido Le Coccinelle, i quali avranno tempo fino al 31 Agosto per l’invio del progetto pedagogico, educativo, strutturale e della descrizione di eventuali servizi integrativi.

“La procedura per l’individuazione del soggetto che riceverà il contributo del Comune per l’attivazione di un servizio educativo per la prima infanzia a Riotorto sta andando avanti. – ha detto l'assessora all’Istruzione e servizi educativi Simona Cresci - Abbiamo ricevuto tre manifestazioni di interesse e adesso attendiamo i progetti che arriveranno entro la fine del mese. L'assenza di questa tipologia di servizi nell'area di Riotorto rappresenta un vuoto da colmare con urgenza, motivo per cui abbiamo reputato necessario intervenire nella massima trasparenza per appoggiare futuri possibili soggetti interessati ad intraprendere questa attività basilare; un servizio fondamentale sia dal punto di vista educativo che di lotta all'esclusione sociale dei nuclei familiari di appartenenza”.

Il Comune di Piombino ha assunto l’impegno di erogare un contributo a fondo perduto a parziale rimborso delle spese, che dovranno essere sostenute dall'operatore individuato per l'attivazione del servizio. L'importo del contributo ammonta al 50% delle spese effettivamente sostenute fino ad un massimo concedibile pari a 15mila euro.

Qualora nessun soggetto presenti un progetto o siano presentati progetti non conformi, l’Amministrazione valuterà la possibilità di mantenere aperta la procedura per l’attivazione di un servizio di nido domiciliare.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo con codice giallo per la costa e le isole dell’Arcipelago toscano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca