QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°12° 
Domani 12°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 17 ottobre 2019

Politica venerdì 21 giugno 2019 ore 11:53

Occhi puntati sul futuro del punto nascita

Dalla politica mozioni e interrogazioni per seguire, documenti alla mano, il destino del punto nascita dell'ospedale Villamarina a Piombino



PIOMBINO — I consiglieri regionali di Sì-Toscana a Sinistra Tommaso Fattori e Paolo Sarti hanno depositato una interrogazione alla giunta regionale per avere certezze sul futuro del punto nascita di Piombino. Lo fa sapere il partito locale di Rifondazione comunista dopo la levata di scudi contro la chiusura del punto nascita all'ospedale Villamarina. 

Nel documento, aggiungono, "si chiede inoltre un chiarimento sulle linee guida che vuole adottare la regione, che ad oggi pare disponibile a superare le criticità dell'ospedale di Villamarina in attesa della deroga ministeriale".

"Vogliamo che il servizio resti certo, - hanno commentato dal Prc Piombino - una sicurezza per tutte le partorienti della Val di Cornia, non più relegato in limbo amministrativo preda di tagli e accorpamenti".

In regione è stata depositata una mozione del consigliere Fi Marco Stella e il Movimento 5 Stelle presenterà un documento per chiedere l'impegno di forze politiche e istituzioni coinvolte.

A seguire da vicino la vicenda in Regione anche il consigliere Pd Gianni Anselmi che dopo la riunione in presidenza con i vertici della sanità regionale e aziendale ha sottolineato il destino del punto nascita in un rilancio più complessivo di cui ha oggettivamente bisogno un presidio che per collocazione geografica conserva un ruolo rilevante nella rete ospedaliera costiera.

"La scelta politica, certamente tardiva ma inequivoca, è chiara: - si può leggere in un suo post su Facebook - superare nei tempi gestibili le criticità gravi del punto nascita per procedere a una sua progressiva rigenerazione. E inserire il suo rilancio in un progetto più complessivo di investimento teso a rafforzare i servizi offerti in un contesto territoriale adeguato", riferendosi al coinvolgimento del direttore generale dell'azienda Toscana Sud Antonio D'Urso nella commissione che sarà istituita lunedì 25 Giugno.

"È già previsto l’inserimento nel piano regionale dell’importante investimento per la ristrutturazione del Pronto Soccorso (circa 5 milioni di euro), - ha aggiunto - al quale si dovrà credo valutare, alla luce del lavoro della commissione, di aggiungere la quota da destinare al Punto Nascita. La mobilitazione del comitato che si è formato sul materno-infantile ha avuto il merito di ricordare a tutti che spetta ai decisori politici il compito di non lasciare agli automatismi della tecnica e delle procedure il compito di governare processi che hanno un forte impatto sui servizi e sui cittadini".

Intanto dall'Azienda Usl Toscana Nord Ovest sono state fornite tutte le disposizioni dopo la rimodulazione dell'attività (leggi qui l'articolo correlato).



Tag

"Conte falso come il Parmesan", bagarre Lega in Senato. Casellati sospende la seduta

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità