Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PIOMBINO20°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Attualità martedì 25 gennaio 2022 ore 15:16

Otto platani da abbattere

Foto di repertorio

Si trovano in via della Repubblica e in Leonardo Da Vinci, sono stati colpiti da un fungo molto aggressivo



PIOMBINO — Il cancro colorato del platano, fungo patogeno molto aggressivo, non ha risparmiato la città di Piombino: 8 platani saranno abbattuti al fine di arginare la malattia e impedire che infetti le piante sane. Gli interventi sono stati programmati a seguito dei recenti sopralluoghi effettuati dal Servizio Fitosanitario della Regione Toscana, che hanno riscontrato la presenza del fungo in alcune piante di platano presenti in città.

Degli 8 alberi, 3 sono situati in via della Repubblica e uno in via Leonardo da Vinci e risultano malati; altri 2 sono invece troppo vicini e a forte rischio infezione. Infine, sempre in via Leonardo da Vinci, altre 3 piante già morte saranno abbattute.

“L’abbattimento degli alberi è sempre un evento triste, – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Marco Vita - ma purtroppo in questo caso è indispensabile per tutelare le altre piante. Gli arbusti colpiti da questo fungo patogeno di origine americana, denominato comunemente cancro colorato del platano, sono destinati inesorabilmente a morire. Il fungo è molto contagioso e si può diffondere dagli alberi infetti a quelli sani sia naturalmente, attraverso il contatto radicale, che a causa di interventi da parte dell’uomo, come scavi, operazioni di potatura o eliminazione delle piante infette, dal momento che segatura e frammenti di legno possono essere elementi di contagio. Ad ogni modo non intervenire significherebbe non solo sottoporre le piante sane ai devastanti rischi dell’infezione, ma anche mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini, dato che le piante malate o morte potrebbero cedere”.

“Nonostante gli abbattimenti comunque non è da escludere che in futuro altre piante possano risultare infette. - ha proseguito - Sicuramente, non appena la situazione fitosanitaria sarà ripristinata le piante abbattute saranno sostituite con nuove essenze che non rischino la stessa patologia”.

La malattia si presenta attraverso una colorazione rossiccia all’esterno degli organi legnosi del tronco e dei rami, rarefazione e progressivi disseccamenti della chioma. L’elevata aggressività di questo fungo fa sì che rientri nell’elenco dei patogeni per i quali è prevista una lotta fitosanitaria obbligatoria, ovvero il rispetto di una specifica normativa. Sempre in base a questa normativa, alcune aree del Comune di Piombino, a seguito di questi casi, per almeno 5 anni saranno oggetto di particolari prescrizioni, poiché classificate come zone focolaio e tampone. Le prime rimozioni partiranno il 31 Gennaio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Grazie a una convenzione tra Comune e condominio si risolve l’annoso problema di sicurezza e accessibilità in quel tratto di strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica