QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 novembre 2019

Attualità venerdì 31 marzo 2017 ore 16:01

Piano Aferpi, il day after in consiglio

Massimo Giuliani in consiglio (foto di archivio)

Il sindaco ha esposto al consiglio comunale i risultati della riunione al Mise. Per Aferpi, adesso, è fondamentale l'impegno del Governo



PIOMBINO — Il giorno dopo l'incontro al Ministero dello Sviluppo economico, il sindaco Massimo Giuliani ha illustrato al consiglio comunale le informazioni ottenute dalla presentazione del piano.

La situazione che si è andata delineando è complessa e delicata considerato che i tempi, stando al piano presentato, slittano al 2021. "E' necessario che la legge Marzano a questo punto segua il posticipo del piano industriale e di questo si deve far carico il Governo". ha detto il sindaco. 

E se al Governo viene chiesto di gestire e guidare questo processo, ad Aferpi viene chiesta di fornire una data per affrontare e chiudere la discussione. 

Nel piano presentato al Mise mancano, però, degli aspetti come quelli legati all'agroalimentare e alla logistica. "Entro aprile devono essere confermati gli impegni", ha detto il sindaco in merito alla possibilità di accorpare il caso Piombino a quello dell'Ilva di Taranto.

"La realizzazione del piano industriale presentato da Aferpi slitta di due anni, quindi al 2021 e prevede nel settore siderurgico un aumento degli operai impiegati dagli attuali 630 a oltre 1000. - ha aggiunto il primo cittadino -L'obiettivo immediato è mettere in sicurezza 2100 operai dentro Aferpi e 800 dell'indotto. Dobbiamo riuscire a produrre acciaio in maniera sostenibile perché è quello che sappiamo fare bene, ma allo stesso tempo dobbiamo continuare a lavorare sulla diversificazione e in particolare sul turismo".



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Spettacoli