Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:11 METEO:PIOMBINO12°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 04 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
L'accorato appello di Ornela: «Contratti di lavoro da 750 euro? Uno schiaffo. Smettiamo di accettare paghe da fame»

Attualità martedì 29 novembre 2022 ore 13:32

Piano strutturale, arrivati all’atto finale

L’assessore Parodi: “Visione strategica dell’amministrazione con i numerosi spunti di riflessioni forniti da cittadini, associazioni ed enti”



PIOMBINO — Con la seduta del coordinamento politico dell’ufficio di piano dei comuni Piombino e Campiglia Marittima per l’approvazione del documento di controdeduzioni alle osservazioni e degli elaborati modificati del nuovo Piano Strutturale, si procederà all’approvazione degli stessi nei consigli comunali. 

Il percorso di illustrazione del Piano vedrà nei prossimi giorni gli incontri dell’assessore all’Urbanistica Giuliano Parodi nei quartieri ed in IV commissione per poi affrontare la discussione ed il voto in Consiglio comunale il 19 Dicembre.

“Un grande lavoro curato nei mini dettagli dall’Amministrazione di Piombino – ha dichiarato il sindaco Francesco Ferrari - che disegna l’immagine della città del futuro: uno slancio nel progettare andando ben oltre il presente che contiene in sé i presupposti per lo sviluppo economico, turistico e culturale che vogliamo per la nostra comunità.
Questo grande affresco ha saputo far tesoro delle segnalazioni e dei suggerimenti giunti nella fase di osservazione, inserendoli nel contesto generale e migliorando, in molti casi, quanto proposto inizialmente: il piano è un esempio di come si possa progettare la crescita economica bilanciandola in modo attento con la tutela del territorio e dell’ambiente e la dimostrazione che, se si lavora bene, questi due valori si integrano a vicenda in modo armonioso”.

Un anno di lavoro per analizzare osservazioni, delle quali 70 pervenute al Comune di Piombino, i contributi degli Enti Pubblici (Regione, Arpat, Terna ecc) e rimodellare la stesura finale dello strumento della pianificazione urbanistica territoriale ed adattarlo alla nostra visione di sviluppo.

“L’urbanistica è la tecnica applicata alla politica, il piano strutturale contiene la visione della città immersa nel territorio e l'individuazione degli asset principali su cui il Piano Operativo andrà ad agire nel dettaglio - ha commentato l’assessore all’Urbanistica Giuliano Parodi - per questo la morfologia influisce in maniera determinante: la sfida principale consiste nel costruire le basi di uno sviluppo concreto all’interno dei vincoli fisici e burocratici e che abbiamo analizzato in questi mesi con un dialogo costante e serrato con gli uffici della Regione Toscana, con l’Autorità idrica di bacino ed il Genio civile. Oggi, inoltre, alla luce dei fatti tragici di questi giorni sull’isola di Ischia, sarà più facile capire l’importanza di una pianificazione in sicurezza tenendo ben presente i vincoli che zone a rischio e reticoli fluviali comportano”.

La filosofia racchiusa nel Piano strutturale passa dalla valorizzazione del centro storico e dal suo congiungimento attraverso direttrici con le periferie, l’allontanamento della fabbrica dalla città, l’interazione città-porto e, per questo, la riperimetrazione di molte aree, sotto il demanio marittimo così da pianificarle in sinergia con l’Autorità di Sistema portuale al fine di rigenerare aree dismesse della fabbrica ad una nuova funzione produttiva, la riconversione della centrale di Tor de Sale in turistico ricettivo con un quadro chiaro del suo futuro che diventa, di fatto, ultimo avamposto della città che si collegherà a quest’ultima attraverso la litoranea del Quagliodromo e che fa da spartiacque alla zona da tutelare e salvaguardare dal punto di vista naturalistico, la costa est e l’oasi Wwf, ed infine la conferma del secondo lotto della 398 attraverso la fabbrica, oggetto questo di molti incontri tecnici con Jsw al fine di mitigare ogni tipo di potenziale interferenza con le attività in essere e future.

“Scelte politiche scrupolose e concrete con un obiettivo preciso, quello di creare le condizioni per lo sviluppo occupazionale e la salvaguardia del territorio - ha concluso Parodi - attraverso, ad esempio, lo stralcio della previsione ereditata da vecchie pianificazioni di posti letto all’interno del Parco della Sterpaia, area su cui avvieremo un percorso di tutela maggiore con il riconoscimento a Sito di interesse Comunitario, il dimensionamento in maniera oculata dell’intervento di riconversione di Tor del Sale, andando ad usare solo parte dei volumi esistenti e realizzando una operazione virtuosa a consumo di suolo zero, lo sviluppo della possibilità di ampliamento alle attività produttive in territorio aperto, al fine di offrire migliori servizi con particolare attenzione al versante ambientale negando la possibilità di installazione di termovalorizzatori sul nostro territorio. Un lavoro certosino che ha coniugato la visione strategica dell’amministrazione con i numerosi spunti di riflessioni che cittadini, associazioni ed enti ci hanno fornito con i loro contributi”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'iniziativa che si svolge a livello nazionale permette di prenotare un incontro con i professionisti sia a Piombino che a Portoferraio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

RIGASSIFICATORE

Attualità

RIGASSIFICATORE