QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 27°35° 
Domani 25°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 25 giugno 2019

Attualità venerdì 24 maggio 2019 ore 16:37

Polo culturale, c'è l'ok al progetto esecutivo

Nuovo step per il polo culturale. Un iter particolarmente complicato i cui lavori sono stati interrotti più volte nel corso degli anni



PIOMBINO — Nell'ultima seduta della giunta comunale è stato approvato il progetto esecutivo per il completamento del polo culturale di piazza Manzoni. Da realizzare opere edili come passerelle, pavimenti, intonaci e finiture varie, impianti elettrici e di illuminazione, impianto rivelazione fumi, di videosorveglianza, antintrusione, telefonici, automazione, di riscaldamento e condizionamento, anticendio ecc. per un totale di un milione e 940 mila euro.

I lavori avranno una durata presumibile di sei mesi dall’avvio del cantiere, ma prima sarà necessario istruire la gara d’appalto che, come minimo, richiederà almeno tre mesi di tempo. Quindi, presumibilmente i lavori potrebbero iniziare subito dopo l’estate per concludersi nella primavera del 2020; intanto la biblioteca Falesiana rimarrà pertanto nella sede attuale di piazza Appiani almeno per un altro anno. 

Quello del polo culturale è stato un iter particolarmente complicato i cui lavori sono stati interrotti più volte nel corso degli anni. Il primo progetto era stato approvato il 28 Maggio del 2010 per un importo complessivo di quasi 5 milioni di euro e affidato in appalto nel 2011 all’impresa Edilprogetti srl di Caserta. Il contratto di appalto fu stipulato per l’importo di poco più di due milioni di euro al netto del ribasso d’asta del 48 per cento. 

Nel frattempo sopraggiunsero variazioni normative sostanziali in materia di strutture con particolare riferimento ai criteri antisismici che avevano reso necessaria la riprogettazione dell’edificio. Fu necessario quindi rivedere il progetto adeguandolo il più possibile alle richieste di fruizione culturale. Inoltre, durante il corso dei lavori, con l’avvio delle fasi di demolizioni, si era manifestato uno stato delle strutture, imprevedibile in fase di progettazione con le consuete visite e saggi, che necessitava di interventi di consolidamento molto più invasivi di quanto previsto. Per questo fu necessario rivedere ancora il progetto che fu quindi approvato alla fine del 2014. 

Nel 2017 venne deciso di interrompere il contratto con la ditta appaltatrice per ragioni tecnico-economiche. Tutto questo ha allungato nuovamente i tempi fino alla messa in sicurezza e allo smantellamento del cantiere. Da quel momento, i lavori al polo sono stati diretti per tutta la loro durata dall’architetto Salvatore Re di Pisa che ha concluso le opere strutturali nel corso del 2018

A fine 2018, per i danni enormi provocati dalla mareggiata in Costa Est, l’Amministrazione comunale è stata costretta a distogliere i finanziamenti destinati al completamento del polo per gli interventi urgenti di ripristino della costa, che sono attualmente in corso. Elemento questo che ha causato un ulteriore ritardo. 

L’approvazione del progetto esecutivo, ora, e il nuovo stanziamento consentiranno a questo punto la ripresa della fase conclusiva dell’intervento.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Cultura

Lavoro