QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°16° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 12 novembre 2019

Attualità domenica 23 giugno 2019 ore 17:45

Punto nascita, resta fissa la lente del comitato

Un momento del sit-in organizzato dal Comitato nei giorni scorsi

Il Comitato Lasciateci nascere a Piombino intende monitorare la situazione e le conseguenze di questa fase transitoria annunciata dall'Asl



PIOMBINO — Le nuove disposizioni dell’Azienda Usl Toscana Nord Ovest relative al punto nascita dell’ospedale Villamarina di Piombino non rassicurano il Comitato Lasciateci nascere a Piombino.

Il Comitato, infatti, intende monitorare la situazione sulla base di quanto riportato nelle linee di azione temporanee attivate dal 22 Giugno. Da sabato infatti non si partorisce più a Piombino, ma nonostante le linee indicate dall’Asl restano delle preoccupazioni. “Avevamo detto che avremmo verificato ogni cosa e lo stiamo facendo. - hanno ribadito dal Comitato - Ad oggi la percezione sembra essere diversa rispetto a quanto comunicato dai vertici dell’Azienda sanitaria”. Ed è proprio a loro e al presidente della Regione Toscana che si rivolgono.

A seguito della chiusura temporanea a seguito di questioni legate alla sicurezza e alla turnazione del personale, a Piombino, come segnalano dal Comitato, risulterebbe garantito solo il parto cesareo d’urgenza.

La preoccupazione è rivolta a quelle donne che potrebbero arrivare al pronto soccorso in travaglio attivo, con un parto imminente quindi; anche loro saranno trasferite a Cecina con un’ambulanza e accompagnate da un’ostetrica.

Intanto tutte le donne prossime al parto, ovvero oltre le 37 settimane, sono state contattate dal personale del reparto per illustrare loro le nuove modalità del percorso fino al momento del parto (leggi qui l’articolo correlato). Modalità che seguono quanto riportato nella Programmazione operativa 2018-2019.

In questo periodo di riorganizzazione, come indicato dall’Asl, è garantita la presenza di 1 ginecologo dalle 8-20 e, comunque sempre reperibile, 1 ostetrica h/24 tutti i giorni e saranno garantire le consulenze alle gestanti che si rivolgono al pronto soccorso e le attività ambulatoriali di diagnosi prenatale (test combinato), ecografie ostetriche, dopplersonografia, gravidanza a rischio, diabete in gravidanza e patologia tiroidea in gravidanza. Saranno, inoltre, assicurati gli interventi di interruzione volontaria della gravidanza (medica e chirurgica) e i trasferimenti assistiti dall’ospedale di Piombino a quello di Cecina. Disponibile per tutte le donne in gravidanza il numero di telefono 0565 67442 al quale rispondono le ostetriche dell’ospedale di Piombino.

Anche l’Unione sindacale di base ha segnalato il verificarsi dei primi problemi. “Alcune pazienti dovevano essere visitate, in quel momento c’è stato del panico per mancanza di personale e la viabilità bloccata”. 

Quella dell'unica strada di uscita da Piombino, infatti, è un'altra delle preoccupazioni che interessano le donne che dovranno partorire questa estate con il timore di trovarsi in auto dirette verso Cecina imbottigliate nel traffico.



Tag

Meloni: "Draghi al Colle? Not in my name"

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica