QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°15° 
Domani 10°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Attualità mercoledì 14 dicembre 2016 ore 18:54

Con la nuova mobilità si ridisegna anche la città

Claudio Capuano

Il piano della mobilità promosso dall'assessore Capuano si va delineando; mancano pochi passaggi prima di essere discusso in consiglio



PIOMBINO — Si è riunito il tavolo della mobilità, il percorso portato avanti dall'assessore Capuano per la rilettura della mobilità cittadina. Un percorso che è partito dalla compilazione di un questionario e dai successivi suggerimenti di associazioni e cittadini, poi tradotti in percorsi concreti da mettere nero su bianco in questo piano della mobilità. 

Immaginiamo un viale alberato in viale Unità d'Italia per entrare e uscire dalla città con la pista ciclabile o un più valorizzato viale del Popolo collegamento diretto tra il Castello e piazza Bovio. Sono queste alcune delle direttive del piano della mobilità che andrà a sostituire quello del 1993. Un nuovo piano che offrirà una visione completa di come i cittadini vivono la città e di come vorrebbero e/o dovrebbero viverla. Di questo si è parlato durante il tavolo della mobilità di mercoledì pomeriggio, linee guida concrete che ha preso in considerazione anche il trasporto pubblico su gomma e strada ferrata, spostamenti in auto e parcheggi.

Tra le anticipazioni emerse c'è: la valorizzazione di alcune vie della città come viale del Popolo e viale Unità di Italia (una volta realizzata la 398) per esempio; aprire un dialogo per potenziare il collegamento veloce su strada ferrata tra Piombino e Campiglia (che contempla anche la riqualificazione dell'area dopo il trasferimento della Coop); ottimizzare il trasporto pubblico locale; disincentivare l'uso dell'auto per gli spostamenti in città e incentivare l'uso della bicicletta; promuovere una nuova regolamentazione dei parcheggi magari prevedendo abbonamenti per residenti e lavoratori nel caso di quelli a pagamento. Tra le intenzioni c'è anche una piccola rivoluzione per Baratti per la quale si è più volte avanzata la possibilità di diminuire l'ingresso delle auto.

Così si va configurando questo percorso portato avanti dall'assessore Capuano che, dopo il tavolo, sarà discusso in commissione e poi in consiglio comunale, probabilmente a inizio 2017.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Il Vesuvio dall'alto, bellezza e vergogna: 30mila abusi edilizi nel parco nazionale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità