Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO10°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 27 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Antartide, un enorme iceberg (grande come Roma) si è spezzato in due

Politica giovedì 21 gennaio 2021 ore 15:34

"Unico cambiamento visto è quello delle poltrone"

Riccardo Gelichi e Monica Bartolini

Ascolta Piombino non risparmia critiche visti i recenti cambianti nel gruppo di maggioranza. "Si svuotano e si riempiono contenitori, ma i contenuti?"



PIOMBINO — "Chi si aspettava un cambiamento nella politica piombinese l’ha avuto, in Consiglio comunale si sono scambiati diversi scranni. Leggiamo di un maxi esodo da gruppi di maggioranza verso la compagine Forza Italia Unione di Centro; niente di sconvolgente in senso pratico, Ferrari sta andando benissimo, secondo loro", così la consigliera di Ascolta Piombino Monica Bartolini e il portavoce della lista Riccardo Gelichi, nonché ex assessore, hanno commentato l'ingresso di Davide Anselmi, Cristina Tomi, Marco Viti e Mario Atzeni nel gruppo consigliare Fi-Udc-Civici popolari liberali (leggi qui l'articolo collegato).

"Ascolta Piombino ha sempre sostenuto il libero mandato, è democrazia così come le eventuali valutazioni politiche conseguenti dei liberi cittadini. Intanto possiamo dire che chi esce da una componente politica per cui ha chiesto il consenso, sarebbe buona pratica confluire in un gruppo misto. - hanno proseguito - Questo perché usciti dalla forza politica iniziale, sarebbe rispettoso che restasse solo l’identità del singolo consigliere, appunto dentro un gruppo definito misto, lasciandogli la possibilità di fare politica in rappresentanza di chi ha espresso la preferenza; dopo, se il consigliere si ripresenterà all’elettorato, potrà percepire quanto consenso gli è rimasto. Oppure, nel caso in cui si mettesse in discussione la politica della maggioranza e del sindaco, potrebbe essere opportuno posizionarsi in ambiti di opposizione, in questo caso ci sarebbe una vera motivazione politica". 

"Oggi invece abbiamo un gruppo Forza Italia Unione di Centro che con una manovra interna, si ritrova da un consigliere a cinque consiglieri, presi 774 voti alle elezioni oggi esprime una forza paragonabile a quelle che hanno presi 3mila voti. Inoltre con quest’operazione si toglie uno scranno alla lista civica Lavoro & Ambiente che resta senza rappresentanza, una lista che aveva preso 673 voti, all’incirca quelli di chi ha mosso l’operazione. Tutto benedetto dal sindaco, si svuotano e si riempiono i contenitori, ma i contenuti? Sono passati quasi due anni e gli unici cambiamenti visti riguardano le poltrone, quello che si fa l’ha iniziato qualcun altro e questi non hanno uno straccio d’idea, parlano, si scambiano, fanno comunicati e poi? Non vogliamo valutare operazioni politiche perché la politica non esiste, queste operazioni sono pantomime tutte interne ai consiglieri e la linea continua a dettarla il sindaco; chi cerca di fare politica perde pezzi, l’ha visto la Lega ieri, oggi la Lista Ferrari e quella di Lavoro & Ambiente, domani chissà, e Piombino è passata dalla padella nella brace".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità