comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:57 METEO:PIOMBINO13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 24 novembre 2020
corriere tv
Covid, Conte: «Niente vacanze sulla neve a Natale. Non possiamo permetterci una terza ondata»

Attualità venerdì 11 settembre 2020 ore 08:05

Variante Rimateria, "un patto da rispettare"

Gazebo allestimento durante una iniziativa del Comitato Salute Pubblica

In un comunicato il Comitato Salute Pubblica ha ricordato tutte quelle cause in cui il Comune ha dovuto affrontare contenziosi



PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica con un nuovo comunicato torna a chiedere ai consiglieri comunali "di rispettare quel patto sancito con la nostra collettività più di un anno fa". Il riferimento è al voto favorevole rispetto alla variante urbanistica Rimateria che sarà discussa in Consiglio comunale il 16 Settembre.

Nel nuovo appello il Comitato rievoca "tutte le volte in cui il Comune ha dovuto affrontare contenzioni di rilevante valore economico e cause particolarmente impegnative nell'interesse pubblico".

"Tra le cause che sono state più complesse c’è da ricordare la Variante di Prg (Piano regolatore generale) che fu necessaria per la destinazione d’uso della Sterpaia, un tempo occupata dai lottisti, e che il Comune decise di trasformare in un parco pubblico. - si legge in una nota - Ricordiamo che si trattò di espropriare 180 ettari di terreno suddiviso in piccoli lotti privati attraverso una serie di ordinanze di demolizioni di centinaia di casette prefabbricate e di manufatti vari. Erano anni difficili, in cui i proprietari dei lotti si difesero con ogni arma legale possibile e gli organi competenti comunali furono, per anni, sottoposti a continue pressioni. Lo stesso accadde alcuni anni dopo per la pineta di Baratti e per il parco archeologico e naturalistico di Populonia, dove il Comune incontrò la resistenza della società proprietaria dei terreni. Anche qui dopo i vari passaggi in Consiglio comunale fu necessario difendersi, per il Comune, nei diversi tribunali civili, amministrativi, dal Tar al Consiglio di Stato. E sempre il Comune di Piombino si è difeso, avvalendosi dei vari uffici comunali per la produzione di atti e documenti e si è fatto assistere da avvocati esterni nelle aule di giustizia. Quindi, non dovrebbe sorprendere oggi se si chiedono pareri legali e di professionisti esterni per combattere l’ampliamento della discarica di Ischia di Crociano. E’ la stessa modalità di lavoro che la Pubblica Amministrazione utilizza per salvaguardare gli interessi della collettività. Perché la Pubblica Amministrazione agisce con gli atti per salvaguardare i sacrosanti diritti dei cittadini, come la salute e la tutela del territorio, sanciti anche nella nostra Costituzione. Ricordiamo poi - proseguono - che altre cause di rilievo che ha affrontato il Comune di Piombino nel corso degli anni hanno riguardato il Piano per gli insediamenti produttivi delle aree aeroportuali e contenziosi vari con l’Enel per la centrale di Torre del Sale fino ad arrivare al contenzioso con l’industria siderurgica della Lucchini a causa dell’ordinanza del sindaco pro tempore di chiusura transitoria dell’impianto della cokeria per motivi ambientali e di salute. Battaglia quest’ultima che fu portata avanti anche da un comitato di cittadini, come quella che stiamo combattendo noi oggi. E che all’epoca riguardò la sorte dello stesso impianto siderurgico".

"Gran parte di queste battaglie sono state combattute dalle giunte e dai vari Consigli comunali che si sono nel tempo avvicendati. Non sorprenda oggi se viene chiesto lo stesso. - e concludono -Il consigliere viene eletto dai cittadini per votare le scelte e per rappresentare quell’interesse collettivo di cui è diretta espressione. Se il voto viene espresso in seguito a un attento studio, documentato e dettato dall’interesse pubblico, nell’ambito della normativa vigente, non ci devono essere timori".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità