comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO9°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Calenda telefona in diretta, Mastella si alza e se ne va: lo scontro in diretta da Lucia Annunziata

Politica mercoledì 02 dicembre 2020 ore 06:30

"Non c'è bisogno di un contenitore vuoto"

Venturina

La coalizione di maggioranza a Campiglia ha bocciato la proposta del Gruppo 2019 sull'Unione dei comuni. "Sovracomunali che in questo momento non c'è"



CAMPIGLIA MARITTIMA — Nella seduta del Consiglio comunale di Campiglia Marittima di lunedì 30 Novembre tra i punti in discussione si è tornati a parlare di Unione dei comuni con un ordine del giorno presentato dal Gruppo 2019.

Campiglia Comune ha respinto la proposta di procedere in questa situazione alla costituzione di un nuovo Ente, pur mantenendo una posizione chiara sul valore della sovracomunalità che da sempre caratterizza il nostro Comune.

"Non c’è bisogno in questo momento di un contenitore vuoto o di una bandierina, magari di un’ulteriore complicazione della vita dei cittadini. - hanno spiegato Pd, Agorà e Italia Viva - Da sempre sosteniamo, e continueremo a farlo, la necessità di una maggiore sovracomunalità sui temi importanti del nostro territorio. Nuove politiche di area, obiettivi di lungo respiro, strategie unitarie e solo dopo, insieme ai cittadini, la scelta dello strumento attraverso il quale attuare politiche sovracomunali in risposta ai bisogni dei territori, dei cittadini che li abitano e delle imprese che da noi investono. Oggi, con rammarico, constatiamo che queste condizioni non ci sono. Al contrario, ci sono posizioni unilaterali su tutti i temi e spesso le Istituzioni limitano il loro dialogo ai soli mezzi stampa. Società dei Parchi e Rimateria sono l’esempio più lampante di temi cruciali e sovracomunali ridotti a sede di scontro. Il nostro auspicio e obiettivo è quello che le Istituzioni possano in breve periodo superare le diversità ideologiche e politiche, alcuni la campagna elettorale permanente, e riescano a trovare una linea comune sui temi attuali e concreti. Solo dopo, con meccanismi democratici e trasparenti, potremo costruire qualcosa che sia in grado di gestirli a livello sovracomunale. Di costruire un ente politico e non tecnico capace solo di recepire, poche, risorse".

In questa fase l’Unione dei comuni sarebbe "una cornice istituzionale non corrispondente alle necessità programmatorie e gestionali del nostro territorio".



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

L'EDITORIALE

Attualità

Attualità

Attualità