Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il patriarca Kirill scivola sull'acqua santa e cade durante la funzione religiosa

Sport venerdì 18 febbraio 2022 ore 10:04

La storia di Piombino - Fucecchio

Piombino 1936/37 (Foto di Gianfranco Benedettini in Cinquant’anni in nerazzurro, Il Telegrafo, 1970)

Il primo incontro tra bianconeri fiorentini e nerazzurri labronici risale alla fine degli anni Trenta. Adesso attendiamo dopo aver vinto ai Tre Archi



PIOMBINO — Il calcio a Fucecchio comincia nel 1903, ma non è facile reperire traccia di campionati ufficiali fino al 1937, quando la locale fabbrica di fiammiferi diventa sponsor assoluto, anche nella denominazione, la famosa SAFFA, chiusa da alcuni decenni. Il primo incontro tra bianconeri fiorentini e nerazzurri labronici risale alla fine degli anni Trenta, per il campionato di Prima Divisione 1937 - 38. Molte le denominazioni cambiate nel corso degli anni dal Fucecchio, da SAFFA a Vigor, fino alla gloriosa Unione Sportiva 1903 (per ricordare la data di fondazione), infine la attuale Associazione Calcio, sorta dopo il fallimento (2003) della storica società. 

Gli incontri più esaltanti tra Piombino e Fucecchio si perdono nella notte dei tempi, come abbiamo detto si comincia nel 1937 - 38; il 9 gennaio 1938 a Piombino finisce zero a zero, mentre a Fucecchio è uno a zero per i locali; il Piombino si piazza penultimo (punti 21) e la SAFFA (il nome del tempo) quartultima (punti 26). Era il Piombino che in casa scendeva in campo con Pasquinelli, Pitti, Faraoni, Marianelli, Pepi, Masini, Chellini, Nannipieri, Gorini, Bisogni, Badiani. A Fucecchio, non molto diversa la formazione: Pasquinelli, Lauro, Faraoni, Maselli, Pacini, Pepi, Chellini, Guasti, Marianelli, Nannipieri, Bisogni. Passano dieci anni, ci ritroviamo subito dopo la guerra, alla ripresa dei campionati, addirittura in serie C (il massimo risultato sportivo raggiunto dal Fucecchio nella storia), con la squadra fiorentina che si chiama Vigor. È il campionato 1948 - 49; a Fucecchio, il 21 novembre 1948, finisce tre a uno per i locali, il Piombino segna con Vaglietti e schiera: Marcheschi, Mezzacapo, Caciagli, Ortolano, Ansaldi, Santarello, Colombelli, Gianolli, Grilli, Baldinotti, Vaglietti. A Piombino, il 10 aprile 1948,vince ancora il Fucecchio per tre reti a due, il Piombino va in rete con Viviani e Gianolli e schiera: Carlotti, Mezzacapo, Miolli, Ortolano, Caciagli, Braccini, Piacentino, Gianolli, Viviani, Baldinotti, Vaglietti. 

Il Fucecchio è la nostra bestia nera, perché è un buon Piombino, che si piazza quarto, dopo Prato, Carrarese e Grosseto, con 48 punti, mentre i bianconeri finiscono a metà classifica con 39 punti. Il campionato 1949 - 50 è ancora di Serie C, il Piombino pareggia a Fucecchio, 8 gennaio 1950, per due reti a due, con gol di Colombelli e Barbero, schierando: Marcheschi, Mezzacapo, Bussi, Compiani, Cadario, Colombelli, Ortolano, Zucchinali, Morisco, Barbero. Il ritorno al Magona è trionfale, i nerazzurri vincono tre a zero con gol del terzetto d’attacco Baldinotti, Morisco e Vega. La formazione: Carlotti, Bussi, Braccini, Cadario, Compiani, Capaccioli, Colombelli, Vega, Barbero, Baldinotti, Morisco. Il Piombino sfiora la promozione in serie B, secondo dietro l’Anconetana, con 56 punti, ma la gioia per la seconda serie nazionale è rimandata soltanto di un anno; il Fucecchio finisce ultimo con 16 punti e retrocede. Fin qui la storia antica degli scontri, in tempi moderni ritroviamo il Fucecchio, anche se dobbiamo attendere quasi trent’anni, con la stagione 1976 - 77, in Promozione, per noi storica perché significa il ritorno in serie D, un po’ anche per loro perché tutto il campionato è una lotta a due, finisce con il Piombino primo a 46 punti e il Fucecchio secondo a 41. 

Vediamo i tabellini delle gare, forniti da Giovanni Gualersi autore dell’indispensabile Piombino Calcio (UrbonePublishing). Andata a Piombino, 10 ottobre 1976; Piombino - Fucecchio 3-0. Formazione: Ficagna, Pucci, Medda, Orsini, Faggiani, Vivoli, Di Pietro, Rossi, Bianchi, Pallini, Biagini. Reti: Di Pietro, Bianchi, Biagini. Ritorno a Fucecchio, 30 gennaio 1977: Fucecchio - Piombino 1 - 0. Formazione: Ficagna, Medda (Chelotti), Vivoli, Orsini, Faggiani, Mazzaccherini, Di Pietro, Rossi, Bianchi, Pallini, Biagini. Mister della vittoria Fabrizio Barontini, ex calciatore di serie A con il Pisa. Sono partite che ricordo molto bene, conservano il sapore di fragranti madeleinesdei miei sedici anni perduti. 

Ritroviamo il Fucecchio in Interregionale, stagione 1983 - 84, è il Piombino di mister Pazzi, sostituito da Coscetti, che disputa un campionato di bassa classifica, finito con la retrocessione da terzultimi mentre i bianconeri sono quartultimi.

Vediamo le gare. Andata a Piombino, 23 ottobre 1983; Piombino - Fucecchio 0 - 0. Rocchiccioli, Bardeschi (Niccolai), Tognarini, Burroni, Carotti, Chieffo, Toffolutti (Pallini), Acquaroli, Benemei, Balestrelli. Ritorno a Fucecchio, 19 febbraio 1984; Fucecchio - Piombino 2 - 2. Formazione: Rocchiccioli, Chieffo, Masiello (Niccolai), Tognarini, Benvegnù, Carotti, Acquaroli, Burroni (Pallini), Granucci, Benemei, Maiolino. Reti: Tognarini, Acquaroli.

Partita sfortunata quanto importante, in vantaggio per due a zero subiamo la doccia fredda della rimonta avversaria. Il campionato di Promozione 1987 - 88 ci ritrova avversari, loro quinti con 34 punti, noi retrocediamo in Prima Categoria (terzultimi, punti 22), in piena caduta libera, ma ci riprenderemo. Allenatore dei nerazzurri un ex calciatore molto tecnico dei tempi passati come Franco Cioni. Gara di andata a Fucecchio, 13 dicembre 1987; Fucecchio - Piombino 1 - 0. Formazione: Vinciarelli, Parrini, Tognarini, Luca Cioni, Orlandini, Lombardi, Sandro Cioni (Fossi), Landi (Manzi), Ceccarelli, Balestracci, Morini. Ritorno a Piombino, 17 aprile 1988, Piombino - Fucecchio 2 - 0. Formazione: Innocenti, Parrini, Tognarini, Fossi, Orlandini, Lotti, Sandro Cioni, Landi, Bonistalli, Neri (Ceccarelli), Morini. Reti di Ceccarelli e Landi. 

Purtroppo è la ventottesima giornata di campionato e la vittoria non basta a garantire la salvezza. Ritroviamo il Fucecchio in Promozione nel 1990 - 91, allenatore comincia Emilio Reami, condottiero dei tempi passati e di tante vittorie, avvicendato da Luciano Bianchi, bandiera nerazzurra. Il Fucecchio è un’ottima squadra, che si piazza terza con 40 punti, noi soltanto sesti, punti 35, ma i confronti diretti terminano a reti inviolate. 

Andata a Piombino, 16 novembre 1990. Piombino - Fucecchio 0 - 0. Formazione: Ceccarelli, Manfredi, Buonaiuto, Castorani, Rossi, Paci, Venè, Balestracci, Granucci, Del Becaro. Ritorno a Fucecchio, 21 aprile 1991. Fucecchio - Piombino 0 - 0. Formazione: Romagnoli, Manfredi, Guazzini, Paci, Fossi, Agroppi, Balestracci, Castorani, Ronchi, Granucci, Del Becaro(Cecchi). Siamo giunti a tempi davvero recenti, dopo la crisi e il fallimento della gloriosa Unione Sportiva 1903, nasce l’Associazione Calcio Fucecchio, ma anche il Piombino adesso è Atletico, non più Unione Sportiva. Eccellenza 2017 - 18, allenatore l’ex calciatore nerazzurro Miano, noi sesti con 41 punti, loro quartultimi, soltanto 13, sono una squadra giovane che corre molto e mette in difficoltà ogni avversario. 

La prima partita si sarebbe dovuta disputare il 10 settembre 2017, ma viene rinviata per impraticabilità del terreno di gioco del Magona ed è recuperata il 27 settembre. Piombino - Fucecchio 1 - 0. Formazione: Pagliuchi, Del Gratta, Quarta, Gherardini, Fatticcioni, Tommaso Rocchiccioli, Catalano, Montecalvo, Lici (Barbieri), Fanciulli (Papa), Iacopo Rocchiccioli (A. Luci). Rete: Catalano, al 91’. Ritorno a Fucecchio, 9 dicembre 2017. Fucecchio - Piombino 3 - 1. Formazione: Pagliuchi, S. Cecchini, Quarta, Gherardini (Serri), Fatticcioni, Tommaso Rocchiccioli, Catalano, Andrea Luci, Papa, Fanciulli, Iacopo Rocchiccioli. Rete: Tommaso Rocchiccioli. 

Un anno dopo, sempre in Eccellenza (2018 - 19), il Fucecchio mette su una squadra niente male, si piazza secondo dopo un invincibile Grosseto, con 66 punti, noi non ne azzecchiamo una, è l’anno infausto di Ferroni, retrocediamo penultimi davanti al Cecina con 24. Allenatore Fratini, avvicendato nel corso del torneo da Serena, mister fatto in casa, che nasconde Manuel Madau, già tesserato con altra società. Inutile dire che con il Fucecchio le perdiamo entrambe, ma è una stagione che vede davvero poche volte vittoriosi i nerazzurri. 

Andata a Fucecchio, 4 novembre 2018, Fucecchio - Piombino 3 - 0. Formazione: Giacobbe, S. Cecchini (Borneti), Aguzzi, Copponi, Buselli, Traore, Trozzo, Catalano, Zaccaria, Barozzi (Valeriani), D’Angina (Poggi), Iacopo Rocchiccioli. Ritorno a Piombino, 24 febbraio 2019; Piombino - Fucecchio 0 - 1. Formazione: Giacobbe, S. Cecchini, Rovai, Campelli, Iacopo Rocchiccioli, Buselli (Mormina), Catalanbo, Zaccaria. Petrone, Bigazzi Calabrese (Principe). 

Adesso attendiamo il Fucecchio dopo aver vinto ai Tre Archi nella gara di andata, per due reti a uno, con un gol al 94’ di Braschi, dopo il vantaggio con Dublino al 10’ e il pareggio al 55’. Questa la formazione messa in campo da Di Tonno, che per alcuni giorni ha fatto sognare: Castellazzi, Curcio, Giordano, Del Nero, Ottaviani, Catalano, Orarah, Barlettai (Cavicchi), Dublino (Paini), Quarta. Reti. Dublino, Paini. Siamo avversari diretti, scontri che valgono il doppio, il Fucecchio è penultimo ma viene da un pareggio casalingo contro il blasonato Livorno, noi ultimi (distanziati di due punti) in rimonta, con quattro punti guadagnati in due gare. Domenica avremo l’occasione giusta per lasciare l’ultima posizione in classifica. Basterà vincere!

Gordiano Lupi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sindaca Ticciati: “Ferrari rinnega le ragioni della condivisione strappando il nostro passato più bello e il disegno per lo sviluppo futuro”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità