Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 25 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

RIGASSIFICATORE lunedì 12 dicembre 2022 ore 20:20

Nuovo flash mob contro il rigassificatore

“Concedendo altri 100 giorni di proroga, si permette a Snam di portare a termine tutti i lavori e ci troveremo di fronte al fatto compiuto”



PIOMBINO — I comitati contro il rigassificatore nel porto di Piombino tornano a organizzare una nuova iniziativa. Corteo e flash mob sono stati promossi dai comitati Salute pubblica, Gazebo 8 giugno, Liberi insieme e La Piazza.

“Noi non abbiamo mai creduto in realtà che Snam, dopo avere speso milioni per le opere sul porto, fatto il gasdotto e la centrale di trattamento ed immissione nella rete nazionale del metano alla Vignarca, possa abbandonare tutto e andare via. Per questo stiamo lottando affinché quella nave non arrivi proprio nel nostro piccolo porto, che il progetto non vada avanti e tutto si blocchi subito, altrettanto ha fatto il Comune con la richiesta di sospensiva. - hanno spiegato i comitati - Oggi, quanto i nostri sospetti, vale a dire che se la nave dovesse arrivare a Piombino, ci rimarrebbe per 25 anni, fossero fondati, trovano purtroppo conferma! Ma trovano conferma altre verità: Giani è venuto meno alla parola data a tutti i piombinesi, alle forze politiche, ai sindacati, ai vari enti ed ha considerato per due volte carta straccia una prescrizione data da lui stesso e dalla Regione Toscana! Concedendo altri 100 giorni di proroga, si permette a Snam di portare a termine tutti i lavori ed a quel punto ci troveremo di fronte al fatto compiuto: dopo avere speso milioni per la realizzazione delle opere a terra ed in mare non sarà più possibile mandare via la Golar Tundra. E temiamo che anche le altre 129 prescrizioni, talmente stringenti da rendere irrealizzabile il progetto, facciano la stessa fine”.

“I vari Governi che si sono succeduti e la Regione Toscana ci hanno abbandonato, - hanno proseguito - così è successo del resto per le bonifiche, le grandi industrie, le infrastrutture, il commercio e purtroppo il nostro ospedale. Oggi, con l'installazione del rigassificatore, si prosegue l'opera di devastazione di un territorio”.

In programma per sabato 17 Dicembre, dunque, il corteo che partirà dal Torrione-Rivellino alle 16,30 e arriverà davanti Palazzo Appiani dove si svolgerà un flash mob.

I comitati chiedono con forza che: il Governo rimuova immediatamente Giani dalla carica di Commissario; il Governo rinunci a mettere il rigassificatore a Piombino; il Governo investa finalmente sul nostro territorio per iniziare le bonifiche, creare le infrastrutture stradali e ferroviarie per rendere il nostro porto fattore di sviluppo, investa sulle nostre fabbriche per rilanciarle, renderle competitive ed ambientalmente sostenibili, potenzi il nostro ospedale, difenda il nostro mare e le nostre bellezze per permettere uno sviluppo equilibrato e una vera diversificazione economica.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il presidente Cipriani: "Un momento di confronto sulle problematiche relative alla donazione, sulle prospettive e sui programmi dell’associazione"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità