Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:25 METEO:PIOMBINO19°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 29 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Boldrini contestata alla manifestazione per il diritto all'aborto: «Vada via da questa piazza»

Politica sabato 23 aprile 2022 ore 07:00

Interpellanza Pd e Con Anna per il dopo Rimateria

“Gigantesca presa in giro. Discarica e tema rifiuti saranno gestiti da un’azienda privata venendo meno partecipazione e controllo del Comune”



PIOMBINO — I gruppi Pd e Con Anna per Piombino hanno presentato una interpellanza diretta al sindaco Francesco Ferrari e all’assessore all’Ambiente Carla Bezzini per avere aggiornamenti sulla discarica ex Rimateria. La previsione di discussione è per il Consiglio comunale del 29 Aprile.

“Nell’interpellanza chiedevamo lumi sul futuro della discarica, sulle posizioni assunte dal sindaco come creditore all’interno della procedura fallimentare e soprattutto quale proposta di piano industriale sia stata presentata a supporto della proposta di acquisto”, hanno spiegato i due gruppi consiliari visto il concretizzarsi dell’interesse di Rinascenza Toscana che “sembra prevedere investimenti importanti e un piano industriale che, insieme a prospettive di innovazione impiantistica e di messa in sicurezza della discarica, prevede anche l’utilizzo del cono rovescio e del rialzo ex Lucchini, non escludendo un interesse anche per la LI53” (leggi qui sotto gli articoli collegati).

In attesa di maggiori dettagli sul piano industriale dei nuovi investitori evidenziamo quale capolavoro abbia realizzato questa amministrazione, a partire dalla variante urbanistica, variante che lo stesso sindaco ha riconosciuto a suo tempo irrealizzabile, fino al fallimento di Rimateria. - hanno commentato - Come avevamo già denunciato a suo tempo, la discarica e il tema dei rifiuti saranno gestiti da un’azienda totalmente privata venendo meno la partecipazione dei Comuni e quindi anche il controllo sul piano industriale. Per questa amministrazione il problema era l’azienda Rimateria e non la discarica e più complessivamente il tema dei rifiuti nella nostra città. Con una gigantesca presa in giro nei confronti dei cittadini”.

“Il Comune di Piombino ha di fatto rinunciato al ruolo di controllo e di proposta che avrebbe potuto esercitare in qualità di socio pubblico, ma evidentemente l’interesse di questa amministrazione non è governare i processi complessi ma continuare nell’azione di propaganda che a distanza di tre anni dalla vittoria elettorale non ha prodotto nessun progetto a supporto dello sviluppo e dell’occupazione”, hanno concluso i gruppi consiliari Pd e Con Anna per Piombino”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Alleanza per Piombino ha espresso le sue perplessità rispetto a questa innovazione introdotta dall'Ausl nord ovest e teme un indebolimento dei Cup
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE

RIGASSIFICATORE