comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:16 METEO:PIOMBINO11°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 25 novembre 2020
corriere tv
Covid a Milano, Gallera: «La situazione migliora, indice Rt a 0,8»

Politica venerdì 23 ottobre 2020 ore 08:47

"Il Pd si è dovuto inventare le deleghe"

Fratelli d'Italia critico rispetto alla giunta Giani: "Non avremo nessuno seduto a quel tavolo che possa difendere i bisogni del territorio"



PIOMBINO — "È stato necessario un intero, lunghissimo mese al presidente Eugenio Giani per riuscire a partorire a i nomi della propria Giunta. Un'attesa spossante e faticosa che la dice lunga sullo stato del Pd nella nostra regione e sulle lotte interne che da anni lo stanno massacrando. Da queste battaglie intestine, il Pd locale esce con le ossa rotte: la Val di Cornia, infatti, non ha nessun rappresentante. Non avremo quindi nessuno, seduto a quel tavolo, che possa difendere i bisogni di questo territorio martoriato".

E' il commento di Fratelli d'Italia rispetto alla decisione del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani sulla composizione della giunta.

"Oltre al danno, ora arriva pure la beffa: perché prima ci sono venuti a raccontare che Gianni Anselmi, il consigliere Pd eletto dal territorio con 3mila preferenze in meno rispetto a 5 anni fa, è in giunta per dover ricorrere, poi, ad una impietosa marcia indietro. Per rimediare a quella spiacevole figura e tentare maldestramente di quietare gli scontenti, il Partito Democratico si è dovuto inventare quindi le cosiddette deleghe ai consiglieri eliminati dalla rosa o la figura di sottosegretario. Ruoli che non esistono minimamente, è bene ricordarlo, nel regolamento della Regione Toscana", hanno commentato.

"Un territorio come quello di Piombino, con le tematiche legate all'ambiente, alla sanità, ai trasporti, meritava considerazione ed è evidente che il Pd locale ha fallito anche in questo e non ha avuto considerazione neanche dai vertici regionali del partito. - hanno criticato - Oramai è evidente la conferma di quanto avevamo detto in campagna elettorale e cioè che con Giani, debolissimo presidente della Regione, siamo di fronte ad una storia già letta nei cinque anni passati, in cui nulla è stato fatto di buono per Piombino ma anzi è stato soltanto tolto e pagato a caro prezzo dai nostri concittadini e dove il Pd, come sempre, è impegnato ad occupare le poltrone invece di occuparsi dei problemi di questo angolo di Toscana".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità