QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°18° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 22 maggio 2019

Cronaca venerdì 10 maggio 2019 ore 09:46

I familiari di Alessandro chiedono verità

Alessandro Benucci, immagine tratta dal video del programma Chi l'ha visto?

Incidente, suicidio o altro? I familiari si rivolgono a "Chi l'ha visto?" per ricostruire quella notte che ha portato alla morte di Alessandro Benucci



PIOMBINO — E' passato più di un anno dalla morte di Alessandro Benucci, il giovane 36enne piombinese trovato senza vita ai piedi della scogliera tra viale del popolo e piazza Bovio a Piombino. Era il 25 Ottobre del 2017, oggi i familiari e gli amici di Alessandro continuano a chiedere che venga fatta chiarezza su cosa è successo quella notte. 

Nella striscia pomeridiana del programma tv di Rai Tre Chi l'ha visto? è andato in onda giovedì 9 Maggio un servizio a lui dedicato che mira riaprire quella triste pagina in cerca di verità.

Dalle prime ricostruzioni quella di Alessandro era stata ritenuta una morte avvenuta per cause accidentali, una caduta dalla balaustra, tanto che alcuni hanno ipotizzato un suicidio. Ma i familiari non hanno mai preso in considerazione questa possibilità perché Alessandro aveva una nuova compagna e stava per diventare babbo, chiudendo con un passato ombroso e di scelte sbagliate.

"Tante le cose che non tornano", dicono nel servizio. Per esempio gli indumenti integri, le scarpe ancora ai piedi, nessuna traccia di sangue sul volto e sulle mani e le alghe rinvenute nelle tasche e nei calzini che non coinciderebbero con una caduta da una scogliera di 25 metri. Il medico legale incaricato dalla famiglia avrebbe invece riscontrato traumi soprattutto sul lato sinistro tra torace e addome come se, ha ipotizzato, qualcuno lo avesse picchiato.

Nel servizio del programma di Rai Tre si cerca di ricostruire cosa possa essere successo quella sera precedente al ritrovamento. Alessandro aveva girato alcuni bar in compagnia di un amico e i due, secondo la ricostruzione, si sarebbero lasciati attorno alla mezzanotte. La morte di Alessandro, secondo l’esame dell’autopsia, sarebbe giunta attorno alle ore 3.

Capire cosa possa essere successo in quelle 3 ore potrebbe dare una risposta ai familiari. Di nessun aiuto le telecamere presenti nella zona perché non funzionanti al momento dell'accaduto. Il padre di Alessandro, che dopo l'accaduto ha scoperto l'esistenza di vecchi debiti del figlio con persone poco raccomandabili, pensa a un'altra ipotesi: qualcuno lo avrebbe portato giù e in quella spiaggetta sarebbe avvenuto tutto. Dopo la morte 

L'appello è rivolto a chiunque abbia visto e sentito qualcosa. Fiducia nell'operato delle forze dell'ordine a cui si chiede di prendere a cuore questo caso per restituire la verità sulla morte di Alessandro.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Elezioni