Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:12 METEO:PIOMBINO11°18°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 02 dicembre 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del momento in cui la terra comincia a tremare e scatena il panico in un bar, nelle Filippine

Lavoro lunedì 17 luglio 2023 ore 12:43

“Jsw investe o deve essere cacciata”

L’Unione sindacale di base non ha aderito allo sciopero ma sarà presente all’iniziativa vista la preoccupazione per il futuro della fabbrica



PIOMBINO — Nell'ultima assemblea i lavoratori e le lavoratrici dello stabilimento siderurgico di Piombino avevano chiesto alle organizzazioni sindacali di alzare il tiro, con iniziative incisive per uscire dalla situazione della rana bollita e rilanciare la vertenza Jsw di Piombino.

“Fim, Fiom e Uilm con una fuga in avanti, hanno dichiarato sciopero per il giorno 19 Luglio, con il solito corteo funebre, con comizio sotto il comune, dimenticando che il primo responsabile è la multinazionale che ha preso finanziamenti pubblici, senza investire un euro. - hanno commentato dall’Unione sindacale di base - Abbiamo un presidente di Regione che da anni promette il rilancio dell'acciaieria e del territorio, che, ha spinto per la nomina di Carrai come amministratore delegato, già presidente di Toscana Aeroporti. Nell'ultimo incontro al Mise, la proprietà ha ripresentato il solito piano industriale mai messo applicato e in più ha richiesto l'intervento pubblico per la realizzazione del forno elettrico. Una situazione inaccettabile per i lavoratori e le lavoratrici di Piombino, ormai rinchiusi in limbo da circa 10 anni”.

“Il territorio ha bisogno di una vero piano industriale, servirebbe ha attivare la cassa integrazione fosse legata a vincoli precisi ,che prevedono investimenti, il nuovo addendum e l'ultimo lotto della commissione delle rotaie. Piombino deve tornare a essere un nodo centrale, come deve esserlo tutto il settore siderurgico, invece siamo nelle mani di un governo che non sta facendo e non farà niente ,visto il piano di investimenti e infrastrutture presentato per il Pnrr e per questo la multinazionale o investe o deve essere cacciata nazionalizzando così l'acciaieria”.

Con questi presupposti Usb ha fatto sapere di non aderire alla manifestazione promossa dai sindacati, anche se sarà comunque presente con il proprio Rsu e i lavoratori iscritti al sindacato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
All'iniziativa promossa dal comune saranno presenti, oltre ai rappresentanti istituzionali i tecnici di Metinvest e Danieli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità