QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°16° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 19 novembre 2019

Attualità venerdì 23 marzo 2018 ore 18:08

Discarica, parlano i residenti di Colmata

"Non si crede ai malesseri oppure li si considera come già previsti e necessari danni collaterali di cui non tener conto?"



PIOMBINO — Sul sequestro della discarica Rimateria adesso parlano i cittadini residenti nella zona di Colmata a Piombino. Sono loro che a seguito degli sviluppi sulla vicenda e della richiesta di dissequestro hanno firmato una nota per offrire un altro punto di vista.

"Da molti mesi alcuni cittadini stanno portando avanti una protesta contro l'ampliamento della discarica di Ischia di Crociano e per i miasmi da essa emanati. Hanno scritto una lettera firmata da oltre 100 cittadini, indirizzata alle istituzioni regionali e locali, dove denunciavano la situazione insostenibile e chiedevano controlli sull'ambiente. Questa lettera non ha avuto alcuna risposta", hanno ricordato. 

Nessuno ha mai risposto alle loro richieste, nessuno si è visto alle loro assemblee, nessuno si è rivolto ai cittadini di Piombino che vivono in prossimità della discarica, tantomeno ora dopo che sono stati posti i sigilli. 

"I sindaci in questione, garanti della salute pubblica e in quanto proprietari di Rimateria responsabili del corretto funzionamento della discarica, dopo aver ignorato per mesi i malesseri fisici e i disagi degli abitanti, hanno immediatamente chiesto il dissequestro della discarica. - hanno aggiunto - Senza attendere rispettosamente la conclusione delle indagini e le decisioni della Magistratura, ma con malcelata insofferenza al decreto di sequestro e delegittimando il suo operato, rinnovano la loro fiducia a Rimateria, che investe non nella messa a norma ma sull'ulteriore ampliamento della discarica. Infatti - hanno sottolineato - i lavori di impermeabilizzazione della valletta che separa la discarica ex Asiu dalla ex Lucchini sono quasi ultimati e pronti ad accogliere altri rifiuti speciali provenienti da tutta Italia". 

"Da stigmatizzare è la strumentalizzazione dei dipendenti di Rimateria e delle loro comprensibili e condivisibili preoccupazioni per il posto di lavoro. I sindaci dovrebbero tutelare tutti i cittadini, anziché contrapporre i lavoratori, vittime anch'essi di scelte amministrative e di politiche aziendali che oggi sono al vaglio della Magistratura, ai cittadini che chiedono tutele per la loro salute e per l'ambiente". I lavoratori di Rimateria, intanto, nella mattinata di oggi hanno manifestato davanti ai cancelli della discarica e poi ricevuti in Comune a Piombino (leggi qui sotto gli articoli correlati).

Il punto di vista del gruppo di residenti di Colmata? "Noi pensiamo che l'azione della magistratura permetta di mettere finalmente a norma la discarica Asiu ormai esaurita. Riteniamo inoltre indispensabile rivedere la strategia dei sindaci della Val di Cornia che intendono orientare il nostro sviluppo e la nostra zona verso il trattamento dei rifiuti industriali convogliando in un territorio da bonificare rifiuti provenienti da tutta Italia". 



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità