Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:06 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Camera, il labiale di Donzelli durante l'intervento di Gardini

Attualità lunedì 22 luglio 2019 ore 18:30

Sicurezza in città, così si estende il controllo

Foto di archivio

Al via Vigiliamo inComune, il progetto che integra la videosorveglianza pubblica e quella privata. L'input era arrivato da Confesercenti



PIOMBINO — Prende il via il progetto di integrazione tra videosorveglianza pubblica e quella predisposta dai pubblici esercizi, per implementare un sistema di videosorveglianza cittadina diffuso ed estendere il controllo sul territorio. 

Lo scorso 17 Luglio l’assessore ai Lavori Pubblici e Polizia Municipale Riccardo Gelichi ha incontrato le associazioni di categoria del territorio, Confesercenti, Confcommercio e Cna per illustrare il progetto Vigiliamo inComune che, per essere completato, necessita del coinvolgimento delle attività di impresa e dei commercianti (leggi qui l'articolo correlato)

Secondo questo progetto, il privato, qualora interessato, dovrà attenersi alle linee guida improntate da tecnici specializzati, per installare impianti di videosorveglianza privati in grado di colloquiare con gli impianti pubblici

Il Comune potrebbe così utilizzare le rilevazioni delle telecamere private per le attività istituzionali di controllo e monitoraggio del territorio e gestione dell’ordine pubblico.

Rafforzare la sicurezza urbana è uno degli obiettivi di questa Amministrazione. - ha affermato l’assessore Gelichi - Naturalmente questa non può essere rafforzata esclusivamente con l’installazione di sistemi di videosorveglianza, ma una rete di telecamere, situate in posti strategici, può dare un contributo a una politica di azioni e di progetti complessivi finalizzati a migliorare la questione”.

Con le associazioni è stato quindi deciso il percorso da seguire, ossia chiedere adesioni agli associati, mettere a conoscenza gli eventuali aderenti sulle linee guida da seguire e successivamente predisporre convenzione tra i privati e l’Amministrazione comunale al fine di regolare tutti gli aspetti legati al progetto. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Casa di Margot ha segnalato che gli altri Comuni non abbiano servizio di accalappiatura e canile come previsto dalla legge
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport