Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:24 METEO:PIOMBINO19°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Di Battista: «Di Maio?Mi dispiace, ma chi è causa del suo mal... Ora si prenda una laurea»

Politica giovedì 11 agosto 2016 ore 15:51

"L'Amministrazione non considera il patrimonio"

Foto d'archivio

Questa è la considerazione di Assemblea Sanvincenzina, Meetup storico 5 Stelle e SiAmo San Vincenzo sul caso della cura delle spiagge



SAN VINCENZO — "Dopo 9 ordinanze di divieto di balneazione, dopo che ruspe e trattori tra i bagnanti di giorno e di notte in piena stagione estiva, dopo che un pezzo di mare è stato delimitato da massi diventando una vera e propria tinozza di acqua melmosa e piena di sassi, mentre viene compromessa la stagione turistica e si danneggiano turisti, imprenditori e cittadini", Assemblea Sanvincenzina, Meetup storico 5 Stelle e SiAmo San Vincenzo si aspettavano qualcosa di più dall'Amministrazione comunale in fatto di gestione dell'arenile (leggi gli articoli correlati).

"Ricordiamo a sindaco e giunta che ripetutamente è stato chiesto il rispetto dei termini contrattuali con Sales, che con molta probabilità dovrebbe pagare, e risolvere, per i danni sulle spiagge derivati dal porto, che più di una volta abbiamo proposto di iniziare a lavorare ad un piano spiaggia, argomento buono per il sindaco solo in campagna elettorale, che mentre ci parlano di lavori fatti di notte, i trattori che portavano le alghe e le ruspe che corrono in mezzo ai turisti lo fanno alla luce del sole. Queste ambiguità nell'informazione della maggioranza - hanno proseguito - sono offensive per noi e per tutti i cittadini che certo non sono così sprovveduti da non vedere le ruspe e i trattori in pieno giorno, di non vedere le pietre tufacee su quello che un tempo era arenile di fine sabbia, di non accorgersi delle 9 ordinanze di divieto di balneazione dall'elezione di Bandini ad oggi o di non sapere che il ripascimento costato circa 100 mila euro lo scorso anno non avrebbero dovuto pagarlo i cittadini".

"L’attuale amministrazione non considera veramente il patrimonio turistico-economico e ambientale che ha e deve gestire, - hanno concluso - per questo si dovrebbe fare una profonda e seria analisi sulla politica senza spina dorsale che gli amministratori di ieri e di oggi hanno espresso e continuano a sostenere con un Bandini Sindaco emblema di quella continuità che ha danneggiato e continua a danneggiare il paese".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco dove sono rimasti i 'baluardi rossi' dopo le politiche 2022, con il centrodestra trainato da Fratelli d'Italia vittorioso in Italia e in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica