Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il patriarca Kirill scivola sull'acqua santa e cade durante la funzione religiosa

Attualità venerdì 04 marzo 2022 ore 07:00

Libera ricorda Sebastiano Bonfiglio

Foto di repertorio

La storia del sindaco siciliano assassinato dalla mafia nel 1992 raccontata dalla pronipote Anita Bonfiglio



SAN VINCENZO — Verso il 21 Marzo Giornata nazionale della memoria e dell’impegno per le vittime innocenti, il presidio Libera Rossella Casini San Vincenzo/Castagneto Carducci ha organizzato un incontro per ricordare la vita e l'impegno di Sebastiano Bonfiglio.

L'appuntamento è venerdì 4 Marzo alle ore 17,30 alla biblioteca comunale in piazza Mischi con la pronipote Anita Bonfiglio. Nella stessa giornata Anita Bonfiglio ha incontrato gli alunni e gli insegnanti delle terze medie dell’Istituto Comprensivo di Castagneto Carducci, incontro che fa parte del laboratorio su Memoria e Impegno che stanno svolgendo con il presidio di Libera.

Sebastiano Bonfiglio nasce il 23 Settembre 1879 in una famiglia di lavoratori a Monte SanGiuliano (dal 1934 Erice). Nel 1893, a soli 14 anni, partecipa con il padre al movimento dei Fasci Siciliani, per rivendicare maggiori diritti per i contadini che lavorano sulle terre dei grandi latifondisti. Militante sindacale e socialista, emigrato negli Stati Uniti e rientrato in Italia nel 1913, dopo la guerra nel 1920 fu eletto Sindaco di Monte San Giuliano. Promuove azioni atutela della popolazione contadina. Il suo impegno per la tutela dei più deboli, per liberarli dal potere e dalla sopraffazione deilatifondisti e dei mafiosi, la sua lotta per la giustizia sociale, non va giù alla mafia che il 10 Giugno del 1922 mette in atto la sua vendetta. In una lettera che ha scritto al suo bisnonno Sebastiano Bonfiglio, Anita ricorda che “per noi Sebastiano ha un vero e proprio diritto al ricordo, un diritto che restituisce dignità ad ogni nome che ricordiamo, che rappresenta lapromessa a Sebastiano che non dimenticheremo la sua storia, i suoi progetti di vita, portando con noi i suoi sogni e rendendoli vitale pungolo del nostro impegno quotidiano”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sindaca Ticciati: “Ferrari rinnega le ragioni della condivisione strappando il nostro passato più bello e il disegno per lo sviluppo futuro”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità