Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:22 METEO:PIOMBINO19°33°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salman Rushdie, il momento dell'accoltellamento a New York

Attualità mercoledì 02 marzo 2022 ore 10:30

Dalla Val di Cornia gli aiuti per l'Ucraina

La comunità si è mobilitata per aiutare la popolazione ucraina dopo l'inizio della guerra. Tavolo di confronto tra le associazioni



VAL DI CORNIA — Aiutare la popolazione ucraina, questo l'obiettivo di singoli e associazioni che si stanno organizzando per portare beni di prima necessità, indumenti e medicinali alle persone che stanno vivendo giorni di paura e preoccupazione dall'inizio degli attacchi.

Si è tenuto oggi il primo incontro della task force voluta dal sindaco Francesco Ferrari per il coordinamento e l’organizzazione degli aiuti offerti dal Comune di Piombino, in collaborazione con le varie associazioni del territorio, alla popolazione ucraina. Un'iniziativa per coordinare le molte iniziative nate per dare un aiuto concreto alla comunità ucraina che da qualche giorno sta vivendo una situazione drammatica. A questo primo incontro sono stati invitati Misericordia, Pubblica assistenza, Avela, Croce Rossa, San Vincenzo dei Paoli, Coop e Conad. In questa fase chiunque voglia mettere a disposizione posti letto e strutture per accogliere i profughi può mandare un’email all’indirizzo segreteriasindaco@comune.piombino.li.it specificando la tipologia di struttura, il numero di persone che può accogliere e un riferimento telefonico. 

Intanto va avanti il lavoro delle associazioni che si stanno prodigando nelle raccolte di beni, tra questa l'associazione Tutti insieme per Piombino, il negozio Croce del sud in via Petrarca, il negozio rumeno Da Maria in via Cellini, la sezione soci Coop in Corso Italia e il negozio ucraino in Corso Italia. Anche la Misericordia di Piombino è attiva per ricevere generi di prima necessità da inviare tramite il circuito nazionale delle Misericordie d'Italia sia in Ucraina che nei luoghi del nostro paese che ospiteranno i profughi. Sempre a Piombino punti di raccolta sono stati attivati presso il PalaFalci di via Ferrer a Piombino che presso il PalaMecatti di Riotorto grazie all'iniziativa della Union Volley.

Progetto di aiuto all'Ucraina organizzato a Campiglia Marittima grazie alla collaborazione di Comune e Consulta del sociale. I punti di raccolta ai quali la cittadinanza potrà consegnare gli oggetti donati saranno due, attivi già da mercoledì 2 Marzo, in via dell’Unità a Venturina Terme nei locali già sede delle associazioni della Consulta (martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18) e in via Portelli nella sede delle Misericordia di Campiglia (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18). I materiali raccolti saranno distribuiti mediante le locali staffette coordinate dall'associazione La Rondine di Piombino utilizzando il passaggio nei cosiddetti corridoi verdi che consentono di arrivare direttamente all'interno delle città in guerra. 

A San Vincenzo per donare generi alimentari, beni di prima necessità e medicinali da banco in favore della popolazione ucraina è invitato a rivolgersi alle associazioni del territorio Croce Rossa, Misericordia e Auser. E ancora, alla farmacia comunale di via Biserno e alla farmacia Abagnale di via Vittorio Emanuele II, che ha già donato diversi prodotti, è disponibile la lista dei medicinali e dei prodotti consigliati per contribuire alla raccolta. Tutti i cittadini di nazionalità ucraina residenti a San Vincenzo, inoltre, riceveranno una lettera dell'amministrazione comunale in cui si esprime la massima solidarietà e la più completa vicinanza per quanto sta accadendo.

Il Comune di Sassetta ha informato i cittadini che è possibile donare per il popolo ucraino grazie all'iniziativa sostenuta dalla Pubblica Assistenza. Le donazioni dovranno essere portate nella loro sede. Prodotti di cui necessitano:cibo in scatola, prodotti per l'igiene personale, farmaci da banco, farmaci di primo soccorso, vestiario invernale, coperte e pannolini.

Il Comune di Suvereto, con il coordinamento della vicesindaca assessora al sociale Caterina Magnani, si è fatto promotore di una iniziativa di raccolta. Come fanno sapere dal Comune, sono già pervenute disponibilità da associazioni e forze politiche a collaborare, affinché tutti insieme si possano raccogliere beni di prima necessità da consegnare presso i punti di partenza corrieri verso l’Ucraina. Il punto di raccolta a Museo di Arte Sacra.

I beni da poter intanto mettere insieme sono: indumenti pesanti (in stato decoroso), coperte, piumoni, plaid e simili, cibo in scatola, prodotti per l'igiene personale e medicinali da banco e per la medicazione.

L'intera comunità in Val di Cornia non è rimasta indifferente alla guerra in Ucraina e sin da subito si è schierata dalla parte della pace. Sabato 26 Febbraio tantissime le persone che si sono date appuntamento in piazza Gramsci a Piombino dire no alla guerra.

Il sindaco di Piombino Francesco Ferrari in Consiglio comunale è intervenuto in merito a questa crisi. “Da venerdì scorso la bandiera dell’Ucraina sventola sulla facciata del Palazzo: abbiamo voluto esporla come simbolo della nostra contrarietà alla guerra, della nostra vicinanza al popolo ucraino. - ha detto - Da giorni questa coraggiosa comunità sta dando al mondo un’enorme lezione di dignità contrapponendosi alla devastazione del conflitto in nome della libertà e dell’autodeterminazione. Moltissimi uomini si stanno arruolando volontariamente per difendere la propria terra, mentre decine di migliaia di donne e bambini sono costretti ad abbandonare le proprie case per cercare salvezza in altri Paesi europei. È necessario che l’Europa faccia la propria parte, soccorrendo i profughi: è per questo che dichiaro sin da ora la massima e incondizionata disponibilità della nostra città ad accogliere gli esuli ucraini laddove ce ne fosse necessità, così come abbiamo fatto anche per gli afgani. Di certo, spiace leggere alcune dichiarazioni, fortunatamente sporadiche, che vanno in controtendenza. Non è il momento della divisione, della polemica; oggi il mondo intero deve prendere le distanze dalla Russia e dalla guerra di conquista che sta portando avanti davanti agli occhi di tutti, inermi dinanzi alle minacce di Putin di utilizzare le armi nucleari che metterebbero a rischio la salute di tutti oltre a causare morte e devastazione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’analisi al microscopio, effettuata dagli operatori del Settore Mare di Piombino, ha permesso di individuare la causa di questa anomala colorazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE

Attualità