Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO19°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 22 settembre 2021

VIGNAIOLI E VINI — il Blog di Nadio Stronchi

Nadio Stronchi

Nadio Stronchi, autore di “Vignaioli e vini della Val di Cornia e Isola d’Elba”, è un appassionato cultore di vini e, più in generale, di mondo agricolo. Bibliofilo e instancabile ricercatore è stato promotore di attività enoiche dentro la storia locale Val di Cornia, Toscana

L’attimo e il Baro

di Nadio Stronchi - mercoledì 09 giugno 2021 ore 09:25

Edward Fitzegerald, 1859, inglese, letterato che tradusse delle quartine persiane, tra le quali ”L’attimo”: “Fugge il tempo e già l’attimo in cui scrivo più non è.vBevi e sciala con allegria.”

Bevono e scialano quattro amici che solitamente si ritrovano al BAR; il (baro) riporta il mazzo di carte personali e come novità una bottiglia di vino, per generosità? No! E allora? Inizia la partita e puntualmente vince il baro. Uno dei quattro dice agli altri tre: c’è qualcosa che non quadra, ma due dei quattro non fiatano. Riprendono a giocare e puntualmente vincono i soliti. Ora basta dice il perdente; allora il baro esce allo scoperto e dice: se volete si cambia mazzo delle carte! Bene risponde il perdente. Allora il baro dice al perdente vai dal tabaccaio a prendere un mazzo nuovo. Così fu, ma le cose non cambiarono perché il baro era d’accordo con il tabaccaio che aveva anche i mazzi truccati.

Come se non bastasse il baro apre la bottiglia per festeggiare due vittorie; una perché aveva sancito la truffa, due perché il vino non era buono e i suoi avversari gli offrirono il vino del locale molto buono.

Se volete un vino ECCELSO e se volete fare una briscolata senza correre il rischio di essere imbrogliati, andate nell’azienda GUALDO DEL RE di Nico Rossi, sua moglie Teresa e i suoi figli (che bello è quando i genitori lavorano insieme ai figli!). Per Nico e Teresa la famiglia è sacra tanto che hanno sviluppato un progetto intorno alla creatività di un vino particolare, in una confezione particolare con un logo che rappresenta la effe come “famiglia” ricordando le origini contadine dei nonni e dei genitori e in nome loro dare una continuità con un valore culturale di alto livello. 

Il vino è una variante ECCEZIONALE del “Irennero” originario del vino fatto con uve di merlot in purezza, anch’esso fatto con le stesse uve, il vino del “progetto è chiamato “Il Quintorè”. E un investimento culturale ed economico.

Il vino: rosso IGT Val di Cornia.

Eccone la scheda personale: “Quintorè” 2016, maturato in barrique 18 mesi e 12 in bottiglia.

Colore: rosso carico con una tonalità viva e sfumata di color porpora.

Profumo: elegante, fine e persistente, sentori di vaniglia, frutti di bosco con la prevalenza del Lampone.

Gusto: Corpo pieno, caldo, armonico, persistente, sensazione finale lunga e equilibrata

Nadio Stronchi

Articoli dal Blog “Vignaioli e vini” di Nadio Stronchi