Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO11°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità lunedì 14 dicembre 2020 ore 13:55

Parchi, da tre sindaci il punto sulla società

L'Acropoli di Populonia

Sono i sindaci dei Comuni di San Vincenzo, Campiglia Marittima e Sassetta a convocare una conferenza per discutere della Parchi Valdicornia



SAN VINCENZO — I sindaci dei Comuni di San Vincenzo, Campiglia Marittima e Sassetta hanno indetto una conferenza stampa, in videoconferenza, per quanto riguarda la situazione attuale della società Parchi Val di Cornia Spa.

Sulla situazione della Parchi dalla nomina del nuovo Cda non è filato tutto liscio, tra la bufera sull'utilizzo della foresteria dell'Acropoli e un fascicolo aperto dalla Corte dei conti all'incognita sulle strategie di sviluppo della società, passando per la scelta del Comune di San Vincenzo di escludere il Parco di Rimigliano dalla gestione Parchi e l'aggiunta nell'offerta della Rocca aldobrandesca e del Museo della bambola di Suvereto.

Nel corso di questi mesi non sono mancati dubbi sul contratto di servizi che ogni Comune socio è chiamato a firmare approvando le rispettive somme da versare. Dubbi che hanno spinto a pensare che la volontà dell'Amministrazione piombinese fosse quella di affossare la Parchi Valdicornia. "Andiamo avanti con il rilancio della Parchi", aveva rassicurato l'assessore al Turismo Giuliano Parodi nel mese di Marzo rispondendo alle perplessità sollevate dai sindaci di San Vincenzo e Campiglia ritenendo la società un volano turistico dell'intero territorio (leggi qui sotto gli articoli collegati).

A Maggio dal Comune di Campiglia Marittima la proposta di andare avanti fino a Dicembre 2020 dando continuità a quanto contenuto nel contratto di servizi impegnando il Cda ad avviare un nuovo documento da sottoscrivere a Gennaio 2021 tenendo conto dei beni e dei contributi dei singoli soci.

Nella conferenza di martedì dovrebbero dunque esserci delle novità.

 

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Attualità