Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:25 METEO:PIOMBINO19°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 29 settembre 2022

SORRIDENDO — il Blog di Nicola Belcari

Nicola Belcari

Ex prof. di Lettere e di Storia dell’arte, ex bibliotecario; ex giovane, ex sano come un pesce; dilettante di pittura e composizione artistica, giocatore di dama, con la passione per gli scacchi; amante della parola scritta

​PASQUA 2022 “Tempi difficili” e duri

di Nicola Belcari - domenica 17 aprile 2022 ore 07:30

Non ci sono auguri possibili che non siano scontati quanto inutili.

“Siamo nelle ultime mani”, almeno è questa l’impressione: torna purtroppo attuale quel popolare modo di dire. Temo che un disagio profondo si stia diffondendo e si sia già diffuso. E non sia avvertito e colto dalle classi sociali privilegiate.

Adorare Gesù come Dio o seguirlo come Figlio dell’Uomo, profeta, grande iniziato o ammirarlo, smisuratamente, come filosofo non ci rende cristiani. Per Pasqua, in chiesa, ascolteremo le Sue parole senza conseguenze pratiche sui comportamenti che resteranno i soliti, come belle frasi, puri suoni dolci all’orecchio, poi la vita sarà tutt’altro, così senza ipocrisia con sconcertante naturalezza. Ascolteremo predicare il perdono e l’amore per il nemico, il rifiuto di rispondere alla violenza con la violenza. Dove sarebbe l’originalità o lo sforzo o il merito nel voler bene agli amici?

Forse il messaggio del Vangelo è troppo ideale per tradursi nella realtà del mondo? Possiamo solo tendere ma non raggiungere quelle vette di amore supremo e inimitabile? Peccare è il nostro destino di esseri prigionieri della materia? Può darsi, anzi è molto probabile che sia così. Ma possiamo proclamarci cristiani pensando che alle armi si risponda con le armi?

I flagelli che hanno colpito l’umanità, l’epidemia e la guerra (e la carestia? riguarderà anche noi? oltre ai soliti poveri del mondo), sono il male di cui gli uomini sono colpevoli o responsabili in tutto o in parte, sono una prova tremenda da cui vorremmo uscire purificati come da un bagno sacro con le sofferenze patite e le riflessioni sulla condizione umana, ma sappiamo già che non accadrà.

Al Sacrificio segue la Resurrezione! Simbolo del trionfo dello Spirito sulla morte.
Per noi, con un simbolo di “rinascita” immiserito e terreno, che si trovi sollievo, che finisca, questo tempo più ingrato di quello del passato vissuto e la notte s’illumini!

Nicola Belcari

Articoli dal Blog “Sorridendo” di Nicola Belcari

Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

RIGASSIFICATORE

RIGASSIFICATORE