Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:01 METEO:PIOMBINO12°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 04 febbraio 2023

PSICO-COSE — il Blog di Federica Giusti

Federica Giusti

Laureata in Psicologia nel 2009, si specializza in Psicoterapia Sistemico-Relazionale nel 2016 presso il CSAPR di Prato e dal 2011 lavora come libera professionista. Curiosa e interessata a ciò che le accade intorno, ha da sempre la passione della narrazione da una parte, e della lettura dall’altra. Si definisce amante del mare, delle passeggiate, degli animali… e, ovviamente, della psicologia!

​Il prezzo della salute

di Federica Giusti - venerdì 02 dicembre 2022 ore 09:00

Ormai sono mesi che siamo spaventati dagli aumenti del costo della vita. Non c’è niente che non sia rincarato. Si crea un effetto catena impossibile da gestire. E l’ansia, non quella sana ahimè, la fa da padrona.

Mi capita di vedere adolescenti in studio, ma anche bambini piuttosto svegli e attenti a ciò che li circonda, preoccupati di come i genitori potranno o meno gestire la loro terapia a livello economico. Giovani piccoli combattenti, disposti a fare un passo indietro, a mettersi da parte per non mettere in difficoltà le finanze della famiglia.

Ma ci sono anche adulti che fanno fatica a inserire nel proprio budget una psicoterapia. Diventa sempre più difficile capire dove si può tagliare una spesa, e in virtù di cosa.

Ma, nella totalità dei casi, il modo lo si trova e le terapie procedono.

E’ un pensiero legittimo e totalmente condivisibile quello del chiedersi come riuscire a sostenere la spesa di un percorso privato. Anche la terapia sembrerebbe diventata un lusso. E il ragionamento fila fino a quando non arriva chiaro e lampante che la terapia serve per la nostra salute, non è accessoria, è fondamentale in alcuni momenti della nostra vita.

Quando ho iniziato la mia psicoterapia, stavo attraversando un periodo molto complesso (eh sì, difficile intraprendere questi percorsi quando tutto va bene!) sul piano personale ma anche su quello economico. E mi pesava, mi pesava tantissimo ogni settimana affrontare quella spesa. Ma sentivo anche che era necessario per me e per chi mi stava vicino. Tutti quei piccoli risparmi trasformati in ore di terapia.

Perché vi parlo di questo? Per convincervi a fare terapia? No assolutamente no! In terapia sono i pazienti a mettersi a nudo, stavolta ho voluto farlo io con voi lettori. E l’ho fatto per invitarvi a riflettere sulle vostre priorità e non vedere solo il costo di qualcosa, ma anche quali possono essere i vantaggi. E in una psicoterapia i vantaggi possono essere molti. Può restituirci il controllo della nostra vita, farci reagire in maniera sana ad alcuni avvenimenti, aiutarci e sostenerci in un momento particolarmente complesso. Insomma, può davvero essere il cambiamento di cui abbiamo bisogno. E, come tale, può prevedere anche qualche rinuncia.

Qualsiasi cosa decidiate di fare, non considerate la psicoterapia un trattamento “in più”, una sorta di vizio del quale si può fare a meno. E’ salute. Consideratela come tale e poi fate i vostri conti.

Non date un prezzo alla paura.

E, ovviamente, affidatevi a professionisti seri. Fidatevi del vostro istinto ma anche di ciò che vi viene raccontato, di ciò che potete trovare sui social o sui siti dei professionisti. E ricordatevi sempre di controllare i nominativi sul sito dell’ordine degli Psicologi della Toscana. Perché ogni psicologo e psicoterapeuta attivo professionalmente, dovete trovarlo lì.

Federica Giusti

Articoli dal Blog “Psico-cose” di Federica Giusti